Giovedì 1 dicembre 2022, ore 7:26

Tecnologia

I big data parlano italiano: nel 2022 il mercato supera i 2 miliardi di euro

Il mercato dei big data cresce in modo considerevole anche in Italia. La spesa in software e advanced analytics è infatti cresciuta sensibilmente quest’anno. Lo rileva uno studio dell'Osservatorio Big Data & Business Analytics della School of Management del Politecnico di Milano: ”Nonostante il periodo di grandi difficoltà dovute alle tensioni geopolitiche e agli alti tassi di inflazione, quest’anno il mercato Data Management e Analytics raggiungerà i 2,41 miliardi di euro, con un aumento del 20% rispetto al 2021”. Secondo i ricercatori, la crescita è trainata dalla componente software (54% del mercato, più 25% rispetto al 2021), mentre la spesa in risorse infrastrutturali cresce in maniera meno sostenuta, al di sotto della media del mercato”. Un buon andamento che coinvolge tutti i settori merceologici ma, in controtendenza con gli anni precedenti, nel 2022 sono GDO/Retail, Pubblica Amministrazione (PA) e Sanità i comparti che segnano la crescita più marcata. Il budget Analytics destinato a servizi di Public Cloud sale ad un ritmo doppio rispetto alla media di mercato e sfiora un quarto della spesa in soluzioni e servizi di Data Management & Analytics. Una buona perfomance anche se ”solo il 15% delle grandi aziende può dirsi avanzato, mentre il 30% intraprendenti, il 22% prudenti e il 33% immature o ai primi passi. Un dato che preoccupa gl iesperti è soprattutto il fatto che, nelle grandi aziende, permane la difficoltà nell’inserimento di ruoli professionali specializzati su gestione e analisi dei dati: ”il 49% dichiara di aver introdotto almeno un Data Scientist, il 76% un Data Analyst e il 59% un Data Engineer”. Inoltre, il 66% delle grandi realtà dichiara di aver sperimentato tempi di recruiting più lunghi e circa il 40% tassi di turnover più elevati. Sul fronte delle Pmi, inoltre, ”il 55% dichiara di aver portato avanti investimenti in ambito Data Management & Analytics o prevede di farlo entro fine anno”. Percentuale in crescita rispetto al 2021, ma che ”non mostra importanti accelerazioni rispetto a quanto registrato negli ultimi tre anni”. Inoltre, ”quattro aziende su dieci non hanno alcuna figura dedicata, neanche parzialmente, all’analisi dei dati”. Secondo Carlo Vercellis, responsabile scientifico dell’Osservatorio, ”la sfida di chi ha avviato sperimentazioni o progetti di Advanced Analytics è l’industrializzazione dei processi per garantire efficienza e governance dei dati in tutti i livelli”. Va considerato, come segnala anche Alessandro Piva, responsabile della ricerca sui Big Data che ”ora è necessario trasformare le organizzazioni nel profondo, creando ponti tecnologici, organizzativi e culturali tra le opportunità di analisi avanzate, le applicazioni intelligenti e le competenze e attività quotidiane dei lavoratori”.
An. Ben. 

( 16 novembre 2022 )

Mostre

De Chirico a Bologna: barocco e neometafisico

De Chirico supera i limiti dello sguardo, della logica e della ragione perché l’arte possa diventare “immortale”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

La Pradella della Pala Oddi

Realizzata per l’altare della famiglia Oddi nella chiesa di San Francesco al Prato, tra il 1502 e il 1504, è una delle tre importanti commissioni che il giovane Raffaello, non ancora ventenne, riceve a Perugia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Ennio Flaiano se n’è andato 50 anni fa, e il vuoto che lascia si allarga in maniera direttamente proporzionale all’inadeguatezza della congerie pseudoculturale che imperversa da allora. Peccato per chi è venuto dopo, che un Flaiano non l’ha più avuto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it