Error processing SSI file

Sentenze lavoro

In questa sezione troviamo prevalentemente le sentenze che riguardano il processo del lavoro. Ogni sentenza è accompagnata da una nota di commento che evidenzia i principali aspetti tecnico-giuridici delle singole fattispecie; per ogni provvedimento vengono richiamati alcuni precedenti giurisprudenziali di merito e legittimità, nonché gli eventuali progetti o disegni di legge sulla materia.

Cofferati condannato per comportamento antisindacale

Il caso risale all'epoca in cui l'ex segretario della Cgil era presidente della fondazione del Teatro Comunale di Bologna ed i vertici del teatro avevano effettuato azioni tese a dissuadere l'adesione dei lavoratori ad uno sciopero.

Non perde l'indennità di malattia chi va a trovare la madre malata

Lo ha chiarito la Cassazione con una recente sentenza secondo la quale questa circostanza integra un'ipotesi di giustificato motivo che legittima l'assenza del lavoratore alla visita di controllo.

Licenziamento? Non basta una scorrettezza per giustificarlo

Per la Cassazione, tra il comportamento addebitato al lavoratore e la sanzione del licenziamento vi deve essere una proporzionalità, nel senso che l'inadempimento, per la sua gravità, deve essere tale da scuotere la fiducia del datore di lavoro e da far ritenere che la continuazione del rapporto sia pregiudizievole per gli scopi aziendali

Contro i lavoratori, nulle le prove raccolte con telecamere nascoste

Lo sottolinea la Cassazione (8250) che mette al bando l'uso delle "candid camera" montate sui posti di lavoro, anche se ritraggono i dipendenti in comportamenti illeciti

Il declassamento professionale può anche essere mobbing

Lo ha stabilito la Cassazione circa il caso di un impiegato amministrativo che dopo aver guidato il suo ufficio era stato successivamente trasferito e costretto ad una quasi totale inattività. A causa di ciò l'uomo era stato colpito da disturbi di natura psicofisica che lo avevano costretto al pensionamento

Giusto licenziare il dipendente che scredita l'azienda

Lo ribadisce la Cassazione che ha confermato una sentenza della Corte di Appello di Torino che aveva giudicato legittimo il licenziamento del dipendente di una società di smaltimento rifiuti che, nel corso di alcune assemblee, aveva fatto affermazioni lesive degli interessi e del prestigio dell'azienda

Apprendistato, nullo il contratto se il lavoratore è già professionalizzato

Lo ha ribadito la Corte di Cassazione in relazione al caso di una lavoratrice assunta come apprendista "sarta". In realtà la donna, avendo già acquisito detta qualifica nel corso di un precedente rapporto di lavoro, avrebbe dovuto essere assunta a tempo indeterminato.

La ricerca del lavoro viene prima dell'obbligo di firma

Il caso di un cittadino rumeno disoccupato sottoposto all'obbligo di presentazione trisettimanale alla pg a cui la Cassazione ha accordato la riduzione "alla sola giornata della domenica" dell'obbligo di firma, così che negli altri giorni sia libero di cercarsi un'occupazione.

Sicurezza? Il responsabile antifortunistico deve prevedere anche la negligenza del lavoratore

Lo ribadisce la Cassazione in una sentenza recente relativa alle misure di sicurezza delle macchine, che - sostengono gli Ermellini - devono essere atte ad evitare conseguenze connesse a comportamenti imprudenti da parte dei lavoratori

Operai in casa? Sicurezza è responsabilità del proprietario

Per la Cassazione, nel caso in cui manchi in concreto un appaltatore fornito della capacità tecnica e professionale per assumersi la responsabilità dell'attuazione delle misure antinfortunistiche, è il committente a rispondere di eventuali incidenti

Il lavoratore è in prova? Allora si può licenziare

Per la Cassazione, poiché l'istituto del patto di prova si fonda sul fatto che per un determinato periodo di tempo le parti possono recedere dal rapporto di lavoro senza obbligo di fornire alcuna motivazione, spetta al lavoratore l'onere di provare il superamento positivo del periodo di prova

Se il datore non paga, le dimissioni sono "giusta causa" e spetta la disoccupazione

Un principio confermato anche dal Coordinamento Generale Legale dell'Inps, che interpellato al riguardo, sottolinea che nulla osta all'accoglimento delle domande di disoccupazione, anche nel caso in cui il lavoratore, successivamente alle dimissioni, abbia ricevuto quanto dovuto a titolo di retribuzioni

E' infortunio sul lavoro anche quello causato da sforzo fisico normale

Lo stabilisce una sentenza della Cassazione che ha accolto il ricorso degli eredi di un lavoratore che, addetto al taglio a mano di pesanti fogli di cuoio, era morto entro 24 ore dalla fine del proprio turno di lavoro.

E' infortunio sul lavoro anche quello causato da sforzo fisico normale

GIURISPRUDENZA

Lo ha stabilito la Cassazione, che ha accolto il ricorso degli eredi di un lavoratore che, addetto al taglio a mano di pesanti fogli di cuoio, era morto entro 24 ore dalla fine del proprio turno di lavoro.

Malattia professionale? Non c'è liberatoria che tenga

Un'azienda risponde delle malattie professionali contratte dai suoi dipendenti, anche se questi hanno firmato una liberatoria. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che ha dato ragione ad un operaio dell'Ilva di Taranto.

Operai morti di tumore, la Goodyear deve pagare i danni

Il tribunale del lavoro di Latina si è pronunciato con sei sentenze a favore a favore dei familiari dei dipendenti deceduti, rigettando le opposizioni formulate dalla multinazionale nel settore degli pneumatici

Falso straordinario? Anche per una sola ora, è truffa

Per questo motivo la Cassazione ha condannato un medico di Menfi che, il 7 agosto del 2004, aveva falsamente attestato sul foglio giornaliero delle presenze di aver svolto un'ora in più di servizio

Licenziato perché straniero, reintegrato per il principio di uguaglianza

Contratto a termine e violazione dei limiti contrattuali

Per il Tribunale del lavoro di Monza è legittima l'assunzione a termine relativa al superamento dei limiti quantitativi previsti dal Ccnl dei metalmeccanici del 1999: il contratto, infatti, era scaduto.

Eutelia condannata per condotta antisindacale

Il Tribunale di Roma ha ordinato la rimozione "degli effetti della cessione di ramo d'azienda" da Eutelia ad Agile. La sentenza, però, in questa fase, secondo la Fim, rischia di complicare la situazione già particolarmente complessa dell'azienda

Infortunio dopo il lavoro? Paga l'Inail

Importante giudizio della Cassazione che ha riconosciuto il nesso causale in esistente tra lo sforzo legato alla prestazione lavorativa e l'evento che ha causato l'infortunio di un lavoratore dopo la cessazione della prestazione lavorativa ma entro le 24 ore dalla fine del turno lavorativo.

Maestro di liturgia sacra 'precario'. Condannato il Vaticano

Dura sentenza di un giudice del lavoro italiano che ha imposto al Pontificio istituto di musica sacra di risarcire uno suo dipendente, 'sottopagato' per quasi un decennio, per una somma superiore a 140mila euro

Tagli di personale, il giudice non può entrare nelle scelte aziendali

Al magistrato spetta solo il controllo sulla corretteza della procedure, mentre non compete all'autorità giudiziaria l'eventuale indagine sulla presenza di effettive esigenze di riduzione o trasformazione dell'attività produttiva. Compito proprio del sindacato

Se i mobili sono vecchi, l'azienda risponde anche dei danni morali

GIURISPRUDENZA

Lo ha stabilito la Cassazione, che ha riconosciuto la responsabilità del datore di lavoro per il danno non solo fisico ma anche morale subito da un lavoratore infortunatosi cadendo da una sedia malandata

Stop alle assunzioni comunicate 'a babbo morto'

Secondo la Cassazione è obbligatorio che il datore di lavoro comunichi tempestivamente l'instaurazione di un rapporto di lavoro, pena l'applicazione della relativa sanzione. L'obiettivo è chiaro: contrastare il fenomeno del lavoro nero ed irregolare

Lavoro somministrato: senza giustificazioni il contratto non vale

Lo ribadisce una sentenza del tribunale di Firenze che conferma come il ricorso ad un'assunzione a termine possa avvenire solo in presenza di ragioni tecniche o organizzative che il lavoratore ha il diritto di conoscere prima di essere assunto

Invalidità, l'Inail dovrà risarcire il lavoratore "telefonino-dipendente"

Una sentenza destinata a far discutere quella del tribunale di Brescia che, per la prima volta in Italia, ha riconosciuto la malattia professionale ad un dirigente di azienda che, per dieci anni, ha lavorato utilizzando per ore e ore il cellullare e il cordless

E' reato far svolgere mansioni pesanti a dipendente non idoneo

Per questola Cassazione ha confermato la condanna per lesioni colpose nei confronti di un imprenditore che fatto scaricare casse pesanti a un lavoratore che si era poi ammalato di patologia cervicale e lombare.

Licenziabile il bancario che non registra le telefonate sull'acquisto titoli

Privilegiare il raggiungimento dei risultati produttivi a scapito delle regole aziendali può creare seri problemi ai dipendenti. Ne sa qualcosa una lavoratrice bancaria di Perugia addetta alle operazioni di borsa

Licenziamenti collettivi, il lavoratore ha diritto di conoscere perché sia toccato proprio a lui

La legge impone infatti alle aziende di indicare puntualmente i criteri di scelta dei lavoratori da licenziare, al fine di consentire agli stessi e alle organizzazioni sindacali di controllare la correttezza dell'operazione e la rispondenza degli accordi raggiunti

Impiegato col dono dell'ubiquità, condannato a sei mesi di carcere

Sono inflessibili i giudici della Corte di cassazione contro i dipendenti pubblici che figurano di essere al lavoro ed invece sono assenti. Per questo un impiegato comunale che aveva fatto timbrare il cartellino da un collega mentre invece si trovava allo stadio è stato condannato per truffa aggravata

Il cafone salvato dalla Cassazione: la volgarità non giustifica il licenziamento

GIURISPRUDENZA

Secondo gli ermellini la frase fuori posto e il gesto esasperato, anche se ''riprovevoli'' e ''volgari'', non ledono ''il rapporto fiduciario con l'azienda'', tanto da giustificare il licenziamento per giusta causa

Atipici sì, ma solo a certe condizioni

GIURISPRUDENZA

Ad arricchire la discussione aperta da Tremonti sul posto fisso arriva la sentenza di un giudice di Larino che ha riconosciuto ad un lavoratore a somministrazione, passato per due agenzie di lavoro interinale, il diritto ad un contratto diretto con l'azienda committente (nello specifico, la Fiat)

Privacy, aziende non possono spiare navigazione web dipendenti

Controllare in maniera continuativa la navigazione in Internet dei lavoratori è illegale. A stabilirlo è stato il Garante per la Privacy che ha vietato ad una società il trattamento dei dati personali di un lavoratore

Sicurezza nei cantieri, anche il committente è responsabile

GIURISPRUDENZA

Giro di vite della Cassazione in materia di incidenti sul lavoro. Secondo la Suprema Corte, infatti, affidare il lavoro ad un'impresa improvvisata rende solidale il proprietario in caso di danni o peggio di morte di un operaio.

Morti bianche. La Cassazione avverte i datori di lavoro

In una sentenza la superma Corte invita i titolari delle aziende a "istruire i lavoratori sui rischi connessi alle attività lavorative", e a controllare "il corretto utilizzo degli strumenti di lavoro e del processo di lavorazione"

Il mobbing in una grande azienda non è reato

Una sentenza della Cassazione che lascia dell'amaro in bocca. Colpa della lacuna normativa che esiste in Italia, dove, contrariamente agli altri ordinamenti europei, il mobbing non è ancora un reato a sé stante.

Sicurezza sul lavoro: ne risponde il delegato, anche senza fondi

GIURISPRUDENZA

Per la Cassazione la responsabilità non viene meno anche nel caso in cui il delegato aziendale non abbia a disposizione le risorse economiche e gli strumenti necessari per l'attuazione delle misure antinfortunistiche previste dalla legge.

Lavoro, omessa sicurezza ufficio: condannata Poste Italiane

Omessa sicurezza del luogo di lavoro sulla prevenzione per le di rapine. Per questo il Tribunale di Bari ha condannato Poste Italiane al risarcimento di un ex direttore di un Ufficio Postale di Foggia, che aveva subito una rapina quando era in servizio nel 1999

Molestie, Cassazione: quando il collega "ci prova"

Ecco un elenco dei più recenti casi decisi dai supremi giudici

Ammortizzatori sociali, le tutele diventano più veloci

L’Inps ha annunciato l’entrata a regime del nuovo sistema che presiede all’accesso al sistema di tutele unitariamente inteso: assegni di disoccupazione, cassa integrazione e mobilità

Sicurezza luoghi di lavoro, responsabile anche committente

Per questo anche Fs Logistica è stata condannata per la tragedia della Truck Center di Molfetta dove, lo scorso anno, durante le operazioni di lavaggio di una cisterna che aveva trasportato zolfo liquido, persero la vita quattro operai ed il titolare dell'azienda

Invalidità, risarcimento record a operaia di Viterbo

Costretta sulla sedia rotelle per le mansioni di lavoro, il giudice del lavoro ha condannato l'azienda a risarcirla con un milione e duecentomila euro

La Croce Rossa fa lo scaricabarile. E il Tar la condanna

Aveva rifiutato la richiesta di tornare in servizio ad un suo ufficiale con la scusa che la richiesta era stata avanzata all'ufficio sbagliato. Ma è stata condannata per eccesso di potere per contraddittorietà e illogicità manifesta e violazione dell'articolo 97 della Costituzione

Bonus-casa al lavoratore trasferito sì. Esentasse no

Lo ha stabilito la Cassazione, ricordando che il contributo al dipendente per pagarsi l'affitto di casa nella nuova città in cui è stato trasferito risulta comunque soggetto all'imposizione fiscale: è esentasse soltanto il recupero della spese di viaggio e trasporto

L'anzianità di servizio spetta anche ai precari stabilizzati

Lo ha stabilito il tribunale ordinario di Torino, dando ragione ad una dipendente di un ente di ricerca che, ottenuta la stabilizzazione in contratto a tempo indeterminato del proprio contratto a termine, aveva chiesto il riconoscimento dell'anzianità pregressa

Licenziato per poche fette di salame

E' accaduto ad un autista che durante le operazioni di scarico e consegna di merce, aveva sottratto una busta di salumi. Il datore di lavoro lo ha licenziato per giusta causa e la Cassazione gli ha dato ragione

Compensi per festività non godute? Dopo 5 anni vanno in prescrizione

Lo ha ribadito la Cassazione, che ha respinto il ricorso di un dipendente che chiedeva alla propria azienda il pagamento dei compensi per le festività coincidenti con la domenica

Privacy, i dipendenti sieropositivi devono restare anonimi

GIURISPRUDENZA

Idoneo o non idoneo al servizio: sono le sole informazioni che possono comparire sui certificati medici legali che attestano l'idoneità al servizio di un lavoratore. Lo ha ribadito il Garante per la privacy ricordando che ai dipendenti sieropositivi deve essere assicurata garanzia assoluta di anonimato

Licenziabile il dipendente in malattia che fa il cameriere l'ultimo dell'anno

Lo ha stabilito la Cassazione sostenendo che il recesso è giustificato non tanto dal compimento di un altro lavoro, quanto, piuttosto, dal fatto che questo nuovo impegno ha compromesso lo stato di salute del dipendente al punto da ritardarne il rientro in azienda.

Allattamento, permessi anche a marito di casalinga

Fare la casalinga è un lavoro a tutti gli effetti, quindi, i riposi giornalieri per il padre lavoratore, nel primo anno di vita del figlio, spettano al genitore maschio anche in caso di moglie casalinga. Lo ha deciso il Tribunale di Campobasso, che ha accolto il ricorso di un giornalista contro la Rai.

No violazione privacy su cedolini stipendio

Gli uffici addetti alla predispesizione ed alla consegna delle buste paga devono tutelare la privacy dei lavoratori, limitando l'inserimento di informazioni sulla sfera privata ed impedendo l'indebita conoscenza dei dati da parte di persone non autorizzate

Palermo, condotta antisindacale Teatro Massimo

I giudici accolgono i ricorsi e danno torto al sindaco Diego Cammarata

Capo aggressivo risarcisce stress

Condannato per non aver saputo tenere a bada le proprie intemperanze

Non c'è mobbing se lavoratore ha brutto carattere

I conflitti in ufficio derivano da un`disagio esistenziale.

Medico malato va in moto? Può essere licenziato

Poca attenzione ai doveri di cura per il dipendente in malattia va in giro in moto

Furto di know how? Senza danni non è reato

Il lavoratore che rivela notizie riservate sull'attività dell'azienda

Nuovi criteri per le visite fiscali

Visite fiscali per i malati di tumore

Le misure di prevenzione degli incidenti

Quando mancano o non sono idonee

Un'opera artistica

Deve essere diversa dalla notizia giornalistica

Seveso, risarcimento per danno morale

Hanno diritto ad un risarcimento per “danno morale” i cittadini esposti al pericolo derivato da un disastro ambientale