Venerdì 7 ottobre 2022, ore 12:01

Caro bollette 

Un argine alla tempesta perfetta 

Presenti anche i leader di partito, che hanno così sospeso la loro campagna elettorale, la Camera vota il dl Aiuti bis. Un provvedimento che tende una mano a famiglie e imprese in difficoltà con 17 miliardi di sostegni. Il premier Draghi, in piena sintonia con il capo dello Stato Mattarella, ha fatto presentare alla Camera, a nome del Governo, un emendamento che stoppa in un momento di crisi come quello attuale, con le famiglie alle prese con i maxi-rincari delle bollette, l'inopportuna deroga che avrebbe consentito agli alti dirigenti dei ministeri e ai capi delle forze dell'ordine e delle forze armate di superare i 240 mila euro di stipendio: una misura approvata martedì a Palazzo Madama. E così i senatori dovranno tornare in Aula, a cinque giorni dalle elezioni politiche, per rimediare a quello che tutti i partiti non esitano a definire un errore, scaricando le responsabilità sul ministero dell'Economia, reo, a loro dire, di avere presentato all'ultimo la norma incriminata attraverso una riformulazione. .
La nuova finestra, peraltro, potrebbe riaprire i giochi anche per la delega fiscale, ma l’ipotesi difficilmente sarà concretizzata.
Il Governo continua a lavorare in queste ore anche al decreto Aiuti ter, che arriva venerdì mattina sul tavolo del Cdm, dopo che i deputati avranno dato l’ok all'utilizzo dei 6,2 miliardi di maggiori entrate incassate tra luglio e agosto. La dote per il nuovo intervento dovrebbe all'incirca raddoppiare, e attestarsi tra i 12 e i 13 miliardi. Che serviranno in primis a sostenere le imprese, scongiurando blocchi produttivi che avrebbero un impatto negativo anche sulla crescita. In arrivo dovrebbe esserci la proroga del credito di imposta, che potrebbe essere esteso anche ai piccoli esercizi (quelli con potenza sotto i 16,5 kw). Mentre rimane in bilico la cig scontata. Dovrebbe tornare anche la rateizzazione delle bollette per il quarto trimestre dell'anno, da vedere se anche per gli enti locali. Per le famiglie si punta ad ampliare il bonus sociale, con il limite che potrebbe salire dagli attuali 12 mila euro di Isee a 15 mila. Qualche ritocco, ma niente stravolgimenti, potrebbe arrivare per la tassa sugli extraprofitti. Mentre resta sul tavolo, ma non sarebbero ancora state superate le difficoltà tecniche, l'idea del “disaccoppiamento” dei prezzi del gas e dell'energia prodotta da fonti rinnovabili. Osserva il leader della Cisl Sbarra: ”C’è una tempesta perfetta che si sta avvicinando, dobbiamo governare questa escalation dei prezzi dell’energia e dei beni alimentari sotto un duplice aspetto: intanto serve una svolta in Europa che costruisca risposte immediate e comuni e metta un tetto al prezzo del gas; e a livello nazionale è necessario che ”il Governo in carica liberi risorse per sostenere le imprese, aiutare i lavoratori e le famiglie che non riescono a pagare le bollette”. Se necessario, anche uno scostamento di bilancio, in vista del nuovo decreto Aiuti. Le risorse, ha sostenuto, si possono trovare alzando ulteriormente e rendendo esigibili gli extraprofitti sulle imprese energetiche da allargare alle grandi multinazionali della logistica e dell'economia digitale che anche in tempi di crisi continuano a fare affari d'oro e vanno ridistribuite le entrate tributarie effetto dell'impennata dell'inflazione. E, dove necessario, fare anche uno scostamento di bilancio che non può essere un tabù: quando si deve evitare la chiusura di imprese e la perdita di centinaia di migliaia di posti di lavoro lo consideriamo un debito buono”. Sulla campagna elettorale, Sbarra ha detto di vederla ”concentrata su questioni distanti dalla vita reale del Paese, slogan sganciati da una visione e da un disegno complessivo”.
Giampiero Guadagni

( 15 settembre 2022 )

Eventi

Annie Ernaux vince il Premio Nobel per la Letteratura

Scrittrice lontana da qualunque corrente tradizionale, fa della commistione fra letteratura e sociologia la sua l'originalità

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Pierre Lemaitre, sfogliare il Novecento

“Nel romanzo storico c’è qualcosa di didattico... La domanda da porre è se è più importante la Storia o il romanzo: io ho scelto di dare più importanza al romanzo"

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Cinema

Una lettura ai raggi X

Ci schiaffeggia tutti, Virzì, nel suo ultimo film, “Siccità”: immagina una Roma apocalittica, prosciugata da tre anni di mancanza di pioggia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it