Lunedì 20 novembre 2017, ore 18:14

Quotidiano di informazione socio‑economica

Alimentare

Nestlè conferma piano industriale per Perugina: investimenti ed esuberi

Oggi vertice che si è svolto al Ministero dello Sviluppo economico. Fai, Flai, Uila: il confronto prosegue. Contestiamo idea che tutto si misuri su compatibilità costi

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Sindacato

Domani la Fai Cisl si mobilita per lavoro agroalimentare, ambientale e forestale

Sbarra: una raccolta firme su tutto il territorio nazionale e una giornata di manifestazioni, presidi e sit in di fronte alle Prefetture d'Italia a sostegno di un'agenda di riforme su previdenza, occupazione, retribuzioni e contrasto allo sfruttamento nei comparti agroalimentari e ambientali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Allarme Coldiretti

La filiera del cibo in mano a poche multinazionali

Una ricerca, elaborata da esperti internazionali in leggi sulla concorrenza dell’University College di Londra, spiega come Bay-Santo controllerebbe il nostro intero sistema alimentare. La voce di migliaia di consumatori europei che si rivolgono a lei per fermare la fusione

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Agricoltura

Caporalato, serve una svolta sul piano della prevenzione

Andrea Cuccello, segretario confederale della Cisl e Luigi Sbarra, segretario generale della Fai, hanno partecipato oggi al Mipaaf alla riunione con i ministri Martina, Minniti, Orlando e Poletti per affrontare il tema del contrasto al caporalato ad un anno esatto dall’approvazione della Legge 199

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Alimentare

Perugina, riprende il dialogo tra gruppo Nestlè e sindacati

Dallo stabilimento si San Sisto sul tavolo delle trattative un dossier con proposte industriali da parte di Rsu e istituzioni umbre per scongurare i licenziamenti

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Alimentare

Colussi, l'azienda vuole licenziare 125 lavoratori a Petrignano

Si tratta di15 operai, 5 impiegati e 5 impiegati della So.Ge.St. Fai, Flai Uila: inaccettabile quanto dichiarato dall'azienda, ci opporremo con forza a tale decisione

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Alimentare

Nestlè, sciopero nazionale di 8 ore in tutto il gruppo

I sindacati: siamo passati da un piano di ristrutturazione industriale del gruppo a un piano di riduzione del personale e chiusura delle attività. La multinazionale svizzera: a regime lo stabilimento Perugina darà lavoro a oltre 600 persone confermandosi fra i maggiori player del mercato del cioccolato in Italia per numero di occupati e

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Alimentare

Nestlè, primi spiragli per Perugina. Prossimo incontro il 9 novembre

presidio perugina

Oggi tavolo al Mise tra il sottosegretario Teresa Bellanova, i rappresentanti di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil e la delegazione della multinazionale. Per domani i sindacati hanno già convocato le assemblee dei dipendenti della azienda per esaminare l'andamento dell'incontro al Ministero per lo sviluppo economico e per valutare eventuali ulteriori iniziative

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Alimentare

Nestlè, il 27 settembre sciopero alla Perugina contro i tagli

Lo hanno proclamato i sindacati dopo che nelle assemblee generali lavoratrici e lavoratori dell’azienda hanno manifestato una forte preoccupazione verso l’atteggiamento della Nestlè in merito alla vertenza in atto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Agricoltura

Caporalato a Cosenza: paga in base al colore della pelle, due arresti

I lavoratori di colore prendevano 25 euro al giorno, mentre quelli di carnagione chiara 35 euro, quindi oltre al caporalato, anche la discriminazione razziale. Sbarra (Fai Cisl): bene arresti per caporalato ma necessaria prevenzione. Il ministro Martina: casi come questo dimostrano ancora una volta quanto fosse necessaria la nostra legge per tutelare ovunque e prima di tutto la dignità e i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori agricoli

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2017 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it