Lunedì 26 agosto 2019, ore 3:29

Quotidiano di informazione socio‑economica

Sindacato

Agroalimentare, sindacati sabato prossimo in piazza

Una grande manifestazione unitaria a Roma, sabato prossimo, di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil per accendere i riflettori sul lavoro agricolo e dell'industria alimentare. Sarà questa l'occasione per lanciare la nuova piattaforma con la richiesta forte di aumentare i salari dei lavoratori, rinnovare i contratti nazionali fermi da anni per alcune categorie, come per gli operai forestali da 7 anni, gli allevatori da 10. E ancora per protestare per la mancanza di ammortizzatori sociali per i lavoratori della pesca e per chiedere l'applicazione della legge 199 per combattere il caporalato. L'iniziativa #Le radici del lavoro si colloca nell'ambito delle iniziative di Cgil, Cisl e Uil promosse a partire dal 9 febbraio che termineranno il 26 giugno a Reggio Calabria, a sostegno delle varie piattaforme che i gruppi dirigenti hanno varato. La manifestazione che si svolgerà in piazza della Bocca della Verità vedrà la partecipazione del segretario generale della Cgil Maurizio Landini e dei segretari generali aggiunti di Cisl Luigi Sbarra e di Uil Pierpaolo Bombardieri, sul solco dei temi lanciati a Matera da Cgil, Cisl e Uil, e quindi per il rilancio dello sviluppo, contro l'arretratezza economica e una politica che stenta a far ripartire il Paese.

A presentare la manifestazione sono stati i tre segretari di categoria, per Fai Cisl Onofrio Rota, per la Flai Cgil Giovanni Mininni, e per la Uila Uil Stefano Mantegazza. La manifestazione a Roma ''coinvolgerà 6.000 persone da tutta italia - ha spiegato Onofrio Rota - lavoratori del settore industriale e agricolo ma anche dei consorzi di bonifica, della forestazione, allevatori e della pesca. L'iniziativa infatti nasce dalla necessità di sollevare il tema del comparto agroalimentare che, anche se mostra performance interessanti si appresta a una fase contrattuale impegnativa, dopo il termine delle assemblee e con la chiusura della piattaforma il 16 e 17 maggio.

Una piattaforma ricca di contenuti economici e con un messaggio alle controparti: lotteremo per difenderla'' ha chiosato Rota. ''È finito il tempo delle chiacchiere, dei tavoli e tavolini'', ha detto lo stesso Mantegazza parlando di un ''Governo prigioniero della sua propaganda su reddito di cittadinanza e quota 100, quando ci sarebbe bisogno di altri interventi". Un governo prigioniero della sua ideologia che non riconosce le cose buone fatte dai governi precedenti come la legge 199 per combattere il caporalato, che non serve modificarla prima di attuarla. Questa legge ci piace'', ha detto Mantegazza invitando il ministro del Lavoro Luigi Di Maio a Foggia il primo giugno dove stanno iniziando le campagne di raccolta nei campi e dove c'è stato un ennesimo lavoratore morto nella baraccopoli di Borgo Mezzanone.' 'Non è possibile questo stillicidio di morti - ha rimarcato Mininni nel riprendere il tema del caporalato - gli immigrati sono persone che producono ricchezza e hanno diritto a un lavoro dignitoso, e il problema esiste anche per gli italiani". "Il governo la smetta con i tavoli e ci dica come far partire le azioni della rete del lavoro agricolo di qualità, - ha aggiunto Mininni - abbiamo poi decine di migliaia di lavoratori della cooperazione agricola e industriale che per un refuso di legge non hanno ammortizzatori sociali, abbiamo più volte chiesto a Di Maio di intervenire.i''.

( 8 maggio 2019 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it