Venerdì 19 gennaio 2018, ore 10:23

Quotidiano di informazione socio‑economica

Alimentare

Melegatti: campagna di Natale finita. Torna la cig in attesa di Pasqua

Produzione di nuovo ferma alla Melegatti. Lo hanno confermato i sindacati precisando che tutto rientra nel piano redatto con l’approvazione del Tribunale. La storica azienda dolciaria, che nel 1894 brevettò il pandoro, infatti, è commissariata e ogni decisione è subordinata al placet del giudice.

"Non possiamo nascondere che questa nuova richiesta di cassa integrazione ci ha spiazzato. Contavamo che i lavoratori potessero passare direttamente a lavorare per la campagna delle colombe pasquali. Vigileremo con grande attenzione sulle prossime scelte dell’azienda - dice Maurizio Tolotto della Fai Cisl di Verona - Il fatto di lasciare tanti ordini insoddisfatti lascia anche ai lavoratori un grande senso di frustrazione". Intanto continua la campagna dei dipendenti sul web che ha trascinato le vendite nelle ultime settimane con gli hashtag #NoisiamoMelegatti e #NataleConMelegatti

"Il milione e mezzo di pezzi previsto per la mini-campagna natalizia è stato prodotto - ha detto Paola Salvi, segretario Flai-Cgil - e tutti i pandori e i panettoni sono andati a ruba, grazie anche alla straordinaria campagna di solidarietà portata avanti di consumatori". Adesso - ha spiegato - ci sarebbe la richiesta da parte della Gdo, perchè i consumatori vogliono acquistare prodotti Melegatti, ma il Tribunale avrebbe dato il via libera solo con la certezza di non avere nessuna resa o vendite sotto costo, perchè durante il commissariamento ogni operazione non può essere in perdita. Mancando la certezza di vendere tutto questa campagna si è fermata qui.

"Siamo soddisfatti - dicono i sindacati - che i lavoratori si siano impegnati con grande partecipazione. Ricordiamo che l’obiettivo è salvare la fabbrica, il primo step è stato superato ma bisogna soddisfare i creditori privilegiati, cioè banche e fornitori, ed essere pronti per partire con la campagna pasquale, che scatterà dopo l’Epifania". Per questo, dopo l’incontro di giovedì con la proprietà e il management Melegatti, è stato deciso di avviare la cassa integrazione, considerato uno strumento utile per salvaguardare i lavoratori e che tra l’altro viene anticipata, senza attendere l’erogazione da parte dell’Inps.

Nei giorni scorsi è stato saldato a tutti i lavoratori lo stipendio del mese di novembre con un rateo anche sulla quattordicesima, mentre il periodo seguente viene pagato di settimana in settimana, versando il 25% del salario, sempre sotto il controllo del Tribunale. Restano le mensilità arretrate di agosto, settembre e ottobre.

Anche gli studenti veneti si sono mobilitati con una campagna solidale per aiutare i lavoratori della Melegaatti, La Rete degli studenti Medi e il sindacato degli universitari Udu Veneto hanno un tam-tam via social e web per supportare i lavori di Melegatti, organizzando prenotazioni di vendita nelle classi e nelle scuole.

"Sono i nostri genitori, i genitori dei nostri compagni di scuola, i nostri futuri colleghi, Vogliamo difendere il lavoro e garantire un Natale e un futuro più sereno a tutti i lavoratori e alle loro famiglie" ha spiegato Rachele Scapa, della Rete degli Studenti Medi Veneto. L’obiettibo dell’azienda, viene ricordato, è quello di produrre e vendere un milione e mezzo di pandori e panettoni, pur con la difficoltà del ritardo con cui è iniziata la campagna delle festività.

"Siamo solidali con le operaie e gli operai della Melegatti - hanno aggiunto gli studenti - ci attiveremo nelle università e negli spazi universitari per dare tutto il supporto necessario. A Natale vogliano salvare il lavoro, ancora meglio se possiamo farlo mangiando un pandoro".

( 11 dicembre 2017 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2018 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it