Venerdì 17 agosto 2018, ore 13:04

Quotidiano di informazione socio‑economica

Alimentare

Melegatti, colombe pasquali salvate dal caffè Hausbrandt

Colombe di Pasqua salve alla Melegatti, grazie all’intervento del caffè Hausbrandt. Lo storico marchio, nato a Trieste, ma ormai radicato in Veneto, ha infatti avanzato al tribunale di Verona una formale manifestazione di interesse per la famosa casa del pandoro che da tempo sta attraversando una difficilissima situazione, aggravatasi nell’ultimo anno.

L’azienda ha già fatto pervenire al giudice un milione di euro per finanziare la campagna pasquale di Melegatti, che sarebbe dovuta partire subito dopo l’Epifania, ma che invece è ancora ferma in seguito alla mancata definizione dell’accordo quadro con il fondo maltese Abalone, che aveva sostenuto la campagna di Natale mettendo a disposizione 1,275 milioni di euro. L’operazione del Gruppo Hausbrandt Trieste 1892 Spa, presieduto da Fabrizio Zanetti che ha acquisito la procura generale per la campagna pasquale di Melegatti, prelude ad un matrimonio tra le due aziende. L’intento del giovane imprenditore trevigiano, si legge infatti in una nota, "è quello di rilevare l’azienda per risanarla, garantendo una continuità industriale e creando un grande gruppo made in Veneto per proporre al consumatore di oggi e soprattutto di domani una selezione di prodotti e abbinamenti, mixando le potenzialità di entrambe le realtà".

"Difficile dire ai dipendenti che bisogna lasciare da parte l'entusiasmo e capire bene cosa sta succedendo", ha avvertito Maurizio Tolotto della Fai Cisl di Verona.

L’intento è quello di far ripartire in tempi brevissimi la produzione. Intanto il previsto tavolo di concertazione con Abalone Asset Management convocato a Venezia dall’assessore regionale al lavoro, Elena Donazzan, con i vertici dell’azienda dolciaria, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e i due commissari giudiziali alla luce degli ultimi sviluppi è stato rinviato al 16 febbraio. "Una bella operazione che nasce sotto una buona stella", ha commentato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, "che coniuga e salvaguardia il meglio della tradizione e dell’imprenditoria veneta".

Ma non finisce qui. Vicenzi Spa, storico marchio del made in Italy operante nel settore dolciario con sede nel Veronese, ha siglato con UniCredit un finanziamento da 55 milioni di euro. Lo rende noto l’istituto bancario L’azienda completa quindi il proprio piano di rilancio e consolida il trend di crescita che lo vedrà chiudere il 2017 con un fatturato superiore di circa 117 milioni di euro, in aumento del 10,2% rispetto ai 106 milioni del 2016 e con un Ebitda di circa 11 milioni (+20% rispetto al 2016).

L’azienda veronese, che opera con i marchi Matilde Vicenzi, Grisbì e Mr. Day, aprirà un nuovo stabilimento (investimento per 10 milioni) a poca distanza dalla Melegatti, altra azienda del settore alimentare al centro di un piano di rilancio dopo un periodo di crisi. Le linee di credito messe a disposizione da Unicredit alla Vicenzi serviranno, da un lato, a rimborsare anticipatamente e rifinanziare l’intera esposizione del Gruppo verso il sistema bancario, e, dall’altro, a supportarne i nuovi piani di crescita.

( 9 febbraio 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2018 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it