Sabato 20 aprile 2019, ore 11:26

Quotidiano di informazione socio‑economica

Alimentare

Melegatti, si riparte. A Natale torna il pandoro sulle tavole

Una volta tanto una buona notizia. Questa volta arriva da Verona dove la Melegatti, storica eccellenza italiana in campo dolciario, ha riaperto il suo stabilimento di San Giovanni Lupatoto. E lo ha fatto per portare il pandoro sulle tavole degli italiani in vista del Natale, grazie all’acquisizione dell’azienda da parte di un imprenditore italiano, Roberto Spezzapria, che insieme al figlio ha voluto dare un futuro allo storico marchio che rischiava di scomparire, tornando a dare lavoro a decine di famiglie. I battenti dello stabilimento sono stati riaperti oggi, dopo che 35 persone, per lo più ex lavoratori dell’azienda, sono state riassunte a tempo indeterminato e in programma per i prossimi mesi ci sono altre assunzioni. Perché se la Melegatti è ancora viva e torna a sfornare pandori e panettoni lo si deve anche ai suoi dipendenti, che con tenacia hanno fatto di tutto pur di non mettere la parola fine a una storia di eccellenza tutta italiana che ha 124 anni di vita. Dopotutto sono stati loro, il 15 novembre di un anno fa, a portare all’interesse degli italiani le sorti dell’azienda.

C’è un dato certo: Melegatti riprende l’attività dopo il fallimento e ha organizzato la campagna natalizia riassumendo 35 lavoratori. Lo ha reso noto il mese scorso il Gruppo vicentino Spezzapria, che ha rilevato all’asta fallimentare la storica azienda dolciaria veronese. "E’ stato siglato l’accordo sindacale - diceva una nota - dal quale emerge il forte impegno della nuova proprietà della Melegatti per ripartire il prima possibile con la produzione di pandoro, panettoni e dolci in entrambi gli stabilimenti veronesi per valorizzare le competenze, garantire stabile occupazione e sviluppare il territorio".

Negli incontri - proseguiva il comunicato - la parte sindacale ha chiesto la riassunzione della forza lavoro pre-esistente e ha condiviso il piano finale. La Melegatti riparte con un organico di 35 dipendenti a tempo indeterminato.

"In particolare l’azienda - spiegava la nota - per valorizzare le competenze interne e costruire un team affiatato e focalizzato sugli aspetti produttivi, ha proposto la riassunzione a tempo indeterminato di 26 persone, di cui 16 impegnate nella produzione e 10 negli uffici amministrativi e commerciali. A queste si aggiungono 9 assunzioni, per lo più ex dipendenti Melegatti che così rientrano in azienda. Coloro che non rientrano in questa prima tornata di assunzione potranno essere coinvolti nei prossimi mesi".

"Siamo felici per il risultato che sostiene lo sforzo di avviare al più presto la produzione di pandoro, panettone e dolci vari nei due stabilimenti veronesi - aveva detto Giacomo Spezzapria, presidente della Melegatti. L’accordo è frutto del lavoro del nostro manager Denis Moro è stato concluso grazie anche al prezioso supporto di consolidati professionisti come Carbellin e Mensi dello Studio BK Sinthema". "Confermiamo - ha concluso - la volontà di una campagna natalizia che nel rispetto di elevati standard di qualità produttiva assicuri visibilità alla rinata Melegatti".

( 20 novembre 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it