Mercoledì 26 settembre 2018, ore 3:43

Quotidiano di informazione socio‑economica

Alimentare

Nestlé, raggiunto l'accordo tra azienda e Rsu per la Perugina

Con la firma dell'intesa tra Nestlé e sindacati sulla Perugina è stato raggiunto l’accordo, dopo un nuovo lungo confronto che si è svolto nel capoluogo umbro nella sede di Confindustria. Le parti hanno tra l'altro concordato una sorta di clausola di salvaguardia per i lavoratori che hanno accettato o accetteranno i posti messi a disposizione dalla multinazionale in altre aziende del territorio. A questi è stato garantito che, in caso di perdita del posto nei successivi 14 mesi, verranno riconosciuti un ulteriore incentivo economico e contratti stagionali alla Perugina.

"Un accordo concreto, che nel mix delle soluzioni individuate offre prospettive reali di tutela occupazionale per le persone dello stabilimento Perugina di San Sisto, dando uno sbocco condiviso a una vertenza strategica per il Paese”, ha commentato il segretario nazionale della Fai Cisl Attilio Cornelli “Complessivamente – ha aggiunto – diamo vita a un piano sociale capace di dare risposte concrete agli esuberi e creare condizioni di occupabilità, sostenibilità sociale e rilancio produttivo”.

L’accordo, ha sottolineato il coordinatore nazionale Fai Massimiliano Albanese, “va nella direzione di quanto già individuato con il verbale sottoscritto tra le parti sociali al MISE il 15 febbraio scorso, con l’impegno della direzione aziendale ad attivare lo strumento dell’iso-pensione fino a sette anni e l’eventuale proroga della Cigs ove necessaria a dare più tempo alle soluzioni di ricollocazione esterna”. Diverse le soluzioni per attutire in maniera significativa l’impatto sociale dei 364 esuberi individuati dalla Nestlè: oltre all’incentivo di 60.000 euro già definito dalle precedenti intese e all’iso-pensione si aggiungono “opzioni ti tutela occupazionale: la trasformazione incentivata del rapporto di lavoro a part-time, la successione di contratti a termine con diritto di precedenza sulla stagionalità produttiva, un concreto piano di ricollocazione sul territorio sostenuto da una dote economica a favore delle aziende disposte ad assumere con contratti a tempo indeterminato i lavoratori collocati in esubero. In quest’ultimo caso è stata prevista una garanzia sulle ricollocazioni esterne che chiama ad una un’ulteriore responsabilità l’azienda, clausola fortemente voluta dalla delegazione della Fai Cisl".

Una vertenza “difficile che nel confronto di questi mesi ha registrato il grande senso di responsabilità della delegazione della Fai Cisl, che dai delegati, alla segreteria regionale fino al coordinamento nazionale hanno voluto fortemente soluzioni occupazionali come principale risposta e risorsa alla riorganizzazione dello stabilimento Perugina avviata con il piano industriale dell’aprile 2016”, ha ribadito Albanese.

Nestlé e Rsu hanno inoltre concordato una migliore definizione per i contratti part time, in particolare per la parte economica, e una maggiore definizione delle questioni legate alle cosiddette isopensioni. "Grande soddisfazione" è stata espressa dal direttore relazioni industriali della Nestlé Gianluigi Toia. Il quale si è detto "fiducioso che non sarà necessario il ricorso alla cassa integrazione in deroga".

"Attualmente - ha spiegato Toia lasciando l'incontro - ci sono 86-87 lavoratori non ricollocati ma ci sono già un'ottantina di posizioni disponibili destinate a crescere. Quindi la cassa integrazione in deroga potrà essere eventualmente applicata, se necessario, solo per pochi dipendenti". L'accordo sarà ora esaminato dai lavoratori nelle assemblee di fabbrica a San Sisto. Il Piano sociale di Nestlé per Perugina prevede 364 esuberi strutturali. Che saranno coperti con i contratti part-time, con i posti messi a disposizione in altre aziende del territorio, con i pensionamenti, anche iso, e con gli esodi incentivati. Nell'incontro Nestlé ha confermato che la Perugina rappresenta per la multinazionale "un polo di eccellenza e l'hub del cioccolato".

( 12 marzo 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2018 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it