Martedì 21 novembre 2017, ore 11:16

Quotidiano di informazione socio‑economica

Lavoro

Rifle, allarme sindacati: nuovi licenziamenti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Venerdì scorso, a soltanto un mese di distanza, la Rifle di Barberino di Mugello ha licenziato altri due lavoratori e "anche in questo caso, come a ottobre, le lettere sono state consegnate senza preavviso ai due lavoratori coinvolti. Nonostante le proteste dei lavoratori, lo sciopero di un mese fa e le rassicurazioni date alla Regione dai dirigenti di Rifle (secondo i quali i tre licenziamenti di ottobre erano una ’operazione chirurgicà), la riduzione del personale continua a ritmo serrato". Lo riferisce una nota sindacale diffusa dalle sigle Filctem Cgil e Femca Cisl Firenze. "Non sono soltanto i licenziamenti a gravare sui lavoratori della Rifle - prosegue il testo - infatti, oltre alla riduzione di cinque posti di lavoro (numero che potrebbe essere ancora parziale), l’azienda ha richiesto a molte lavoratrici, di accettare una riduzione dell’orario di lavoro. La richiesta (o forse una minaccia?) è di quelle da far tremare i polsi: o si accettano le riduzioni dell’orario di lavoro, e conseguentemente del salario, oppure l’azienda procederà con ulteriori licenziamenti. Ormai il quadro è chiaro, Rifle sta attuando una vera e propria ristrutturazione aziendale, i numeri di bilancio di Rifle parlano di una forte crisi e l’azienda sta procedendo, senza mezzi termini, a tagliare posti di lavoro". "Sappiamo - concludono i sindacati - che i licenziamenti e la riduzione dell’orario di lavoro comportano pesanti conseguenze sulle situazioni familiari di chi li subisce, e allora ci chiediamo, come mai non si è scelto l’utilizzo degli ammortizzatori sociali? Si possono adottare il contratto di solidarietà, oppure la cassa integrazione straordinaria per crisi, che consentirebbero all’azienda la necessaria riduzione dei costi e ai lavoratori di riorganizzare le proprie famiglie. Nei prossimi giorni organizzeremo una nuova assemblea sindacale e chiederemo nuovamente la convocazione dell’Unità di crisi lavoro della Regione, inoltre ci riserviamo nuove forme di lotta che decideremo insieme ai lavoratori".

( 13 novembre 2017 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2017 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it