Sabato 12 giugno 2021, ore 19:36

Quotidiano di informazione socio‑economica

Sisma

Abruzzo, allarme sindacati: dopo il terremoto rischio spopolamento

"L’Abruzzo è a rischio spopolamento a causa del terremoto. Servono con urgenza risanamento e messa in sicurezza del territorio, altrimenti sarà impossibile arrestare il fenomeno". A lanciare l’allarme, che riguarda soprattutto le aree interne della regione, sono Cgil, Cisl e Uil Abruzzo. I sindacati, nel corso di un incontro a Pescara con i parlamentari abruzzesi, hanno illustrato le priorità da portare avanti per quanto riguarda le emergenze sisma e maltempo. "Il sisma sta producendo un effetto drammatico - hanno detto i segretari Sandro Del Fattore (Cgil), Maurizio Spina (Cisl) e Roberto Campo (Uil) - Il maltempo, ma soprattutto il sisma, hanno colpito aree già a forte rischio spopolamento. Il tema che sta venendo fuori è molto delicato, perchè le scosse continuano e questo genera sentimenti di sfiducia nelle popolazioni. Gli studenti universitari ormai si confrontano su dove trasferirsi, perchè, ovviamente, per chi non è abruzzese è difficile stare in un ateneo in cui ci sono continue scosse". "Diviene quindi urgente e indispensabile affrontare il tema della messa in sicurezza e del risanamento del territorio - hanno osservato - Ci vorrebbe un piano che parta dalla ricostruzione, ma che continui. Casa Italia deve essere finanziata. Per la prima volta bisogna attuare misure preventive. Senza una politica preventiva, nei territori delle aree interne lo spopolamento non si fermerà", hanno concluso.

( 7 febbraio 2017 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

La notte è l’incubatrice dell’evoluzione antropologica. Come tale, acquisisce preminenza sulle modalità dell’articolazione umana in parallelo allo sviluppo tecnico e al mutamento dei costumi

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Maria Teresa l'Imperatrice

Una donna straordinaria

Una figura che ha segnato profondamente il suo secolo e ha lasciato importanti tracce non solo a Vienna, dove visse, ma in tutti i Paesi europei che ha governato. Maria Theresia Walburga Christina Amalia, nata nel 1717, figlia dell’Imperatore Carlo VI, salì al trono degli Asburgo, prima e unica donna, nel 1740, a soli 23 anni, e vi rimase fino alla morte

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Zia Mame

Zelig al femminile

Sarebbe interessante indagare il motivo per cui un romanzo come "Zia Mame" sia riuscito a scalare la classifica dei libri più venduti in Italia sino alla prima posizione a averla mantenuta per quasi una intera estate alcuni anni fa. In un Paese, dove, occorre ricordarlo, la gente legge pochissimo, i più non comprano ormai nemmeno il giornale figurarsi se gli viene in mente di ficcare il naso dentro una libreria

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it