Martedì 28 maggio 2024, ore 12:54

Magazine

Via Po Cultura

Al netto delle critiche, delle revisioni, delle accuse cui la postmodernità lo ha sottoposto (tra cui la difficoltà di superare il celebre dualismo mente-corpo in modo in modo più attendibile dell’espediente della ghiandola pineale), questo ruolo di cominciamento radicale gli viene ampiamente riconosciuto. A partire dal più importante neocartesiano del Novecento, Edmund Husserl, il quale così scrive: “E’ il maggior pensatore francese, Renato Cartesio, che con le sue “Meditazioni” ha dato un nuovo impulso alla fenomenologia. Lo studio di quest’opera ha contribuito grandemente a trasformare la fenomenologia, ancora in fase di sviluppo, in una sorta di filosofia trascendentale… Le meditazioni cartesiane non solo una questione privata occorsa al filosofo Cartesio, e tantomeno una semplice forma letteraria suggestiva data ai fondamenti primi della filosofia. Esse costituiscono piuttosto il modello delle meditazioni necessarie per ogni filosofo che ricomincia da capo, perché la filosofia può sorgere originariamente solo da queste meditazioni”

( 12 aprile 2024 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

La Giornata internazionale dei diritti della donna

8 marzo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

La storia

Un popolo di emigranti

La storia dell’emigrazione italiana, in questo volume pubblicato dal settimanale Internazionale, viene raccontata attraverso le fonti giornalistiche dei paesi d’arrivo; è lo sguardo non di chi partiva, ma di chi accoglieva

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

La Biblioteca Ambrosiana

Uno scrigno prezioso

Oggi conta circa un milione di volumi a stampa, soprattutto di fondo antico (incunaboli e cinquecentine), e trentacinquemila manoscritti

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il passato remoto è il tempo ideale della narrazione e non a caso nelle coniugazioni verbali greche e latine veniva chiamato “perfetto”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

L’uomo giusto al momento sbagliato

La storia di Vincenzo Tiberio, il medico italiano che primo fra tutti, nel 1895, quindi 34 anni prima di Alexander Fleming, scoprì l’impor tanza di alcune muffe e sperimentò il loro potere antibiotico

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it