Venerdì 12 aprile 2024, ore 16:58

Attualità

Edilizia e costruzioni: nel 2023 una crescita di circa 30mila lavoratori

Cresce nel 2023 l’occupazione nel settore edile che registra un aumento di ben 30mila lavoratori, pari a un +5% complice sicuramente il Superbonus. I dati sono stati resi noti dalla Commissione nazionale paritetica per le Casse edili in occasione del convegno “Il valore del dato e gli osservatori del sistema bilaterale delle costruzioni. Dalla cybersecurity all’analisi del mercato”.
Secondo i dati dell’osservatorio statistico l’assorbimento di forza lavoro nell’ultimo anno risulta non omogeneo a livello territoriale. Nel 2022 il Sud e le Isole registravano un aumento dei lavoratori rispettivamente del 30% e 35% rispetto all’anno precedente, mentre nel 2023 la variazione si attesta sotto alla media nazionale per il Sud (3%) e il trend diventa leggermente negativo per le Isole (-0,5%). Il Nord Est si caratterizza invece per dinamiche più equilibrate scontando il calo di attività molto rilevante in Trentino Alto Adige e in misura minore in Friuli Venezia Giulia, passando da un +10% nel 2022 a poco meno del +3% nel 2023. Le migliori notizie riguardano il Nord Ovest e le regioni del Centro, dove nell’ultimo anno il numero medio dei lavoratori è cresciuto rispettivamente del 7,5% e del 6,7%. 
L’iniziativa della Cnce è stata un’occasione per analizzare e leggere lo stato di salute del settore alla luce degli Osservatori della bilateralità. “La missione dell’ente è di sovraintendere al funzionamento dell’Osservatorio settoriale sull’industria delle costruzioni in conformità alla disciplina contenuta nei contratti collettivi nazionali - ha detto al direttore Cnce Bianca Maria Baron-. Per perseguire l’obiettivo fissato dalle Parti sociali del settore, da anni la Commissione è impegnata nella raccolta di dati provenienti dalle Casse del sistema e metterli al servizio delle Parti sociali del settore e non solo. Da qui la necessità, sempre più sentita, di disporre in tempo reale e in modo adeguato e sicuro di informazioni costantemente aggiornate e fruibili a livello aggregato”.
Dai dati emerge anche un aspetto critico dell’industria italiana delle costruzioni che è rappresentato dall’invecchiamento e dalle difficoltà di attrarre nuova mano d’opera nelle fasce più giovani della popolazione, sia italiana che straniera. Questo andamento si conferma confrontando il 2018 con il 2022 per quanto riguarda la composizione dei lavoratori per fasce di età. Oggi come 5 anni fa la fascia più consistente è rappresentata da chi ha tra i 36 e i 50 anni, il 43,4%, seguita dalla fascia successiva fino a 60 anni: insieme rappresentano il 79.3% del totale. Nel 2018 erano il 64,8%. Se poi spostiamo l’attenzione sui giovani fino a 25 anni ecco una ulteriore conferma: la loro quota si è quasi dimezzata, passando dall’11% al 6%.
Dati significativi che la Cnce ha sviluppato grazie alla lettura integrata dei diversi osservatori, offrendo uno spaccato dell’edilizia odierna e che, visto il valore e le potenzialità, per il presidente Cnce Dario Firsech, è di estrema importanza favorirne “un costante aggiornamento in materia di sicurezza, di rispetto della normativa sulla privacy, sull’evoluzione del quadro generale legislativo e di indirizzo anche a livello comunitario”. Dalla riflessione e dal confronto la necessità di avviare un percorso in grado di far crescere la consapevolezza delle potenzialità delle banche dati del sistema bilaterale in un settore strategico come è quello delle costruzioni.
Sara Martano

( 27 febbraio 2024 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Nel “Discorso sul metodo” Cartesio non fissa solo sul modello delle matematiche i principi del conoscere ma anche quelli della morale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un romanzo fatto di antieroi

Marco Lodoli torna in libreria con il suo nuovo attesissimo romanzo. Ambientato in un Liceo di periferia, la storia narra di una bidella che si innamora perdutamente del nuovo professore di Lettere

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Piero della Francesca. Il polittico agostiniano riunito

In mostra al Museo Poldi Pezzoli-Milano, per la prima volta nella storia, otto tavole provenienti da cinque musei internazionali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it