Martedì 28 maggio 2024, ore 11:35

Italian green factory

Ex Whirlpool: si apre cantiere per costruire il nuovo stabilimento

Inizia un nuovo capitolo industriale per lo stabilimento ex Whirlpool di via Argine a Napoli che, anche fisicamente, non esisterà più. Avviati, infatti, da oggi i lavori di rimozione degli impianti di pannelli fotovoltaici nello stabilimento nell'area Est della city, dando così inizio alla realizzazione del nuovo sito industriale Italian green factory, gruppo Tea Tek. Si tratta di un'area di oltre 5 ettari, in cui insistono cinque edifici, di cui 4 saranno abbattuti. L'investimento complessivo del gruppo ammonta a 72 milioni di euro e comprende il reinserimento dei 294 lavoratori ex Whirpool. "Siamo molto emozionati, parte il cantiere per l'abbattimento del vecchio stabilimento - dice Felice Granisso, ceo Tea Tek - nel giro di una quindicina di giorni, l'abbattimento di quest'area. Quindi la rimozione dei vecchi impianti fotovoltaici, la rimozione del capannone ex Cral e l'inizio delle lavorazioni di pulizia e rinnovamento della palazzo in ufficio. Dal mese prossimo inizieremo i lavori di abbattimento dei due corpi importanti di fabbrica". Nel corso della fase di ricognizione del sito "abbiamo avuto lo spiacevole ritrovamento di circa 27.000 metri quadri di tetti di amianto che dobbiamo smaltire - aggiunge l'imprenditore - e ovviamente abbiamo opportunamente in questi mesi stipulato un protocollo con l'Asl che andremo a rispettare nella più totale integrità". Secondo i programmi tra tre mesi si procederà "all'appalto di costruzione della prima fabbrica green della città di Napoli, la prima fabbrica 5.0. In questo stabilimento produrremmo componentistica per gli impianti fotovoltaici". Per lo smaltimento dell'amianto, nei mesi scorsi, il gruppo Tea Tek ha lavorato anche per evitare contraccolpi sulla tabella di marcia, "perchè una cosa è rimuovere le tegole di amianto, un'altra cosa è trovare tutto e avere un rifiuto da gestire in maniera più complicata". Dopo un'interlocuzione "positiva con il Governo e con Invitalia, per un piano di accelerazione" si pensa anche "se si riuscirà a trovare un'area consona per le nostre produzioni di anticipare una parte delle lavorazioni in altro sito, come abbiamo sempre dichiarato, in modo da poter anticipare il prima possibile il time to market per noi e raccogliere la curva di crescita del mercato delle rinnovabili e per i lavoratori l'immissione quanto prima o almeno per una buona parte di loro al lavoro". potrebbe sorgere, non lontano dalla fabbrica di Barra-Ponticelli, uno stabilimento gemello, già in parte pronto per poter rispondere alle incessanti richieste di mercato. È l’annuncio fatto dall’azienda nel corso del vertice che si è tenuto a marzo al ministero dell’Impresa e del Made in Italy, dove si è fatto il punto della situazione. Restano vigili i sindacati che ricordano come i quasi 300 dipendenti debbano continuare con la cassa integrazione fino a quando le attività produttive non saranno effettivamente ripartite.
Ce.Au.

( 8 aprile 2024 )

La Biblioteca Ambrosiana

Uno scrigno prezioso

Oggi conta circa un milione di volumi a stampa, soprattutto di fondo antico (incunaboli e cinquecentine), e trentacinquemila manoscritti

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il passato remoto è il tempo ideale della narrazione e non a caso nelle coniugazioni verbali greche e latine veniva chiamato “perfetto”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

L’uomo giusto al momento sbagliato

La storia di Vincenzo Tiberio, il medico italiano che primo fra tutti, nel 1895, quindi 34 anni prima di Alexander Fleming, scoprì l’impor tanza di alcune muffe e sperimentò il loro potere antibiotico

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it