Domenica 7 giugno 2020, ore 2:24

Quotidiano di informazione socio‑economica

Fase 2

Il Rilancio del governo

Si chiamerà ”Decreto Rilancio” il prossimo provvedimento sul quale il governo è al lavoro per sostenere l’economia - dalle famiglie alle imprese - nella fase di gestione della crisi provocata dal coronavirus. I diversi ministeri hanno inviato le proposte, che sono contenute in un documento di lavoro di oltre 770 pagine. Molte proposte sono incomplete, altre non trovano il parere favorevole della Ragioneria.

Nel documento molte le misure dedicate al lavoro.

Intanto. c’è l’ipotesi per l’ampliamento dai 60 giorni del cura Italia a cinque mesi del periodo nel quale sono preclusi i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo. Viene inoltre concessa la possibilità al datore di lavoro di revocare in ogni tempo l'eventuale licenziamento purché faccia richiesta di cassa integrazione salariale in deroga.

La proroga per il trattamento di Cassa integrazione potrebbe essere di 12 settimane e non di 18 come proposto inizialmente e partirebbe dai periodi che decorrono dal 23 febbraio fino al 31 ottobre. Prevista una spesa di 1,2 miliardi. Arrivano anche semplificazioni: i datori di lavoro che non anticipano i trattamenti ordinari di Cig possono fare richiesta diretta all'Inps di pagamento della prestazione.

Salirebbe poi da 600 a 1.200 euro il bonus per il baby sitting che si estenderebbe anche ai centri estivi, nelle diverse declinazioni che vanno dai servizi integrativi per l'infanzia ai servizi socio educativi territoriali. La misura - che non riporta rilievi della Ragioneria - prevede anche un incremento a 2.000 euro per il bonus in favore del personale sanitario.

Per le ”Misure per sicurezza e protezione nelle istituzioni scolastiche statali e per lo svolgimento in condizioni di sicurezza dell'anno scolastico 2020/2021”, la norma incrementa di 331 milioni di euro, per l'anno 2020, il fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche, per la sicurezza e protezione delle istituzioni scolastiche ed educative.

Previsto poi un ”Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali”, con una dotazione di 150 milioni di euro, destinato al sostegno delle librerie, dell'intera filiera dell'editoria, nonché dei musei

Tra le altre ipotesi, un credito d'imposta a favore dei nuclei familiari con un reddito Isee non superiore a 35 mila per il pagamento dei servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive e utilizzabile dal 1 luglio al 31 dicembre 2020, in favore di un solo componente per nucleo familiare nel limite massimo di 500 euro.

E ancora: tre fondi per il turismo, con una dotazione complessiva di 130 milioni per l'anno 2020.

Prevista anche l’istituzione di un fondo da 200 milioni di compensazione dei danni subiti dal settore aereo.

In un intervento sul ”Sole 24 Ore” la leader della Cisl Furlan sottolinea: ”E’ sicuramente importante con il prossimo decreto di maggio rifinanziare tutte le misure di sostegno al reddito dei lavoratori, snellire le procedure burocratiche per assicurare rapidamente le prestazioni e le indennità a tutti i lavoratori. Ma occorre individuare le priorità ed i settori sui quali concentrare gli investimenti pubblici e le risorse: infrastrutture materiali ed immateriali, sanità, scuola, ricerca, Sud, banda larga, digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Bisogna, da un lato, tutelare tutte le forme di lavoro, ma nello stesso tempo sostenere le imprese che vogliono innovare su qualità e competitività dei prodotti”.

Aggiunge Furlan: ”Oggi abbiamo bisogno di un grande patto sociale, come seppe fare con lungimiranza Ciampi nel 1993, con il sostegno convinto della Cisl che ha sempre indicato la strada degli accordi per conciliare gli interessi specifici di lavoratori e pensionati con gli interessi generali”. Aggiunge Furlan: ”E' molto importante e significativo che il Presidente del Consiglio Conte abbia ribadito la volontà di aprire un tavolo di confronto con le parti sociali che possa guardare oltre l’emergenza sanitaria in modo da costruire un nuovo modello sociale di sviluppo, di cambiamento e di modernizzazione complessiva del Paese”.

( 8 maggio 2020 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it