Giovedì 1 dicembre 2022, ore 8:36

Lavoro

Siemens Healthineers Italia: vince il welfare

Alla Siemens Healthineers Italia il welfare è vincente. La filiale italiana di uno dei leader mondiali nella produzione di apparecchiature tecnologiche, diagnostica di laboratorio, imaging medico e sistemi informativi ospedalieri, ha raggiunto un'intesa con i sindacati che ha l'obiettivo di integrare le normative in tema di genitorialità e di assistenza familiare con attenzione particolare alla disabilità. L'obiettivo delle parti è aiutare genitori e caregiver migliorando il benessere delle famiglie, senza alcuna distinzione di genere e natura della genitorialità.
Le iniziative aziendali già in essere da sempre pongono al centro le persone, i valori dell'inclusività e della diversità sul luogo di lavoro per tutti i dipendenti. L’accordo si pone nell'ottica della diffusione di una cultura sempre più incentrata sul work-life balance. In particolare, l'iniziativa di Siemens Healthineers Italia, resa possibile grazie all'ascolto reciproco e alla stretta collaborazione con le rappresentanze sindacali, prevede un ampliamento delle misure legate al congedo parentale, sia delle madri sia dei padri, anche in caso di adozioni e affidi, con un aumento di 5 giorni del congedo obbligatorio e un incremento del 20% sulla retribuzione. Sono inoltre previste 4 ore retribuite in più al mese, da dedicare alla cura di figli, dei genitori con disabilità e per i titolari di 104 per l'accompagnamento di figli minori o genitori alle visite mediche ampiamente intese.
L'accordo con i sindacati prevede, poi, contributi welfare aggiuntivi, come permessi retribuiti per l'accompagnamento di figli minori o genitori in stato di assistenza per visite mediche (4 al mese), un ulteriore bonus una tantum per ciascun figlio nato o entrato in famiglia in caso di adozione e affido del valore di 300 euro, e una somma di 1.250 euro di bonus per asili nido, servizi di baby-sitting e assistenza domiciliare per genitori, coniugi o conviventi more uxorio cumulabili tra loro.
"La sostenibilità per Siemens Healthineers è un concetto che abbraccia diverse dimensioni e il benessere dei nostri dipendenti è certamente una di queste. Sono inoltre convinta che iniziative di sostegno sociale come queste facciano bene all'intera collettività - ha commentato Roberta Busticchi, presidente e amministratore delegato di Siemens Healthineers Grazie a questo accordo sia le organizzazioni sindacali sia l'azienda si sono sentite parti attive nella considerazione dei veri bisogni dei dipendenti attraverso un dialogo continuo", ha aggiunto Maria la Notte, responsabile relazioni industriali e sindacali di Siemens Healthineers.
"Le organizzazioni sindacali sono consapevoli di aver gettato le basi affinchè questo accordo fosse il punto di partenza e non di arrivo per garantire migliori condizioni di lavoro e un maggiore equilibrio tra attività lavorativa e vita privata - hanno commentato le Rsu".
L'iniziativa si inserisce nel percorso avviato a livello globale dalla società per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Esg), nell'ambito della Diversity&Inclusion (la mission aziendale è raggiungere il 26% di donne in posizioni di senior management entro il 2025 e il 30% entro il 2030) e dell'Employee Engagement, e per la creazione di un ambiente di lavoro sano e sicuro come fondamento per la prosperità e la crescita economica.
Ce.Au.

( 11 novembre 2022 )

Mostre

De Chirico a Bologna: barocco e neometafisico

De Chirico supera i limiti dello sguardo, della logica e della ragione perché l’arte possa diventare “immortale”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

La Pradella della Pala Oddi

Realizzata per l’altare della famiglia Oddi nella chiesa di San Francesco al Prato, tra il 1502 e il 1504, è una delle tre importanti commissioni che il giovane Raffaello, non ancora ventenne, riceve a Perugia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Ennio Flaiano se n’è andato 50 anni fa, e il vuoto che lascia si allarga in maniera direttamente proporzionale all’inadeguatezza della congerie pseudoculturale che imperversa da allora. Peccato per chi è venuto dopo, che un Flaiano non l’ha più avuto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it