Lunedì 8 agosto 2022, ore 12:51

Lavoro

Contratto elettrici: c'è l'intesa per il rinnovo

Sì al rinnovo del contratto per i 60 mila addetti del settore elettrico. L’intesa è stata sottoscritta tra i sindacati di categoria Filctem-Cgil, Flaei- Cisl, Uiltec-Uil, le associazioni Elettricità Futura, Utilitalia, Energia Libera e i rappresentanti delle maggiori aziende del Paese come Enel, Sogin, Terna, Gse. L’aumento complessivo (Tec) è di 243 euro nel triennio mentre l’aumento medio sui minimi (Tem), che in alcun modo sarà soggetto agli scostamenti negativi dell’inflazione, è di 225 euro e distribuito in 4 tranche: 60 euro il 1° ottobre 2022; 65 euro il 1° luglio 2023; 65 euro il 1° luglio 2024; 35 euro il 1° ottobre 2024.

Previsti anche 15 euro destinati al premio di produttività erogato per 14 mensilità per 2 anni. Il montante complessivo per il periodo di vigenza contrattuale sarà di 4.750 euro. Inoltre, 3 euro saranno a carico delle aziende per incrementare il welfare contrattuale. Il periodo di vigenza contrattuale (ossia da gennaio 2022 a  ottobre 2022) sarà coperto dall’una tantum di 450 euro. Aumentata anche l’indennità di reperibilità di 2 euro per ogni giornata (14 euro a settimana).

Novità anche sulla parte normativa con l’introduzione nel contratto del protocollo per la valorizzazione della persona nell’impresa. Cresce il diritto alla formazione per ogni lavoratore per un totale di 40 ore minime. Vengono rafforzati i compiti dell’organismo bilaterale della formazione che rappresenterà uno strumento adeguato per la salvaguardia occupazionale, la riqualificazione e la ricollocazione del personale in caso di criticità conclamate, l’orientamento, la formazione e l’inserimento delle nuove competenze necessarie alla transizione energetica. Sul tema  sicurezza si perseguirà la riduzione dei carichi di lavoro. Aumentano i riposi per interventi notturni, vengono riconosciute giornate di permesso ulteriori ed è stata migliorata la banca delle ore.

Per quanto riguarda il tema dei giovani lavoratori viene aumenta la retribuzione degli apprendisti: +6% il primo anno; +5% il secondo anno; +6% il terzo anno. Viene, inoltre, migliorata la tutela in caso di malattia grave dell’apprendista. Le ferie inizieranno ad aumentare di un giorno a partire dal sesto anno di anzianità e non più dall’ottavo. Migliorata la normativa sulla parità di genere e sulle misure di protezione per le donne vittime di violenza di genere.

Le tematiche relative alla partecipazione dei lavoratori alle scelte aziendali saranno introdotte nell’intesa delle linee guida da attuare a livello di impresa. Istituita la commissione sulle classificazioni che ha il compito di predisporre entro un anno il lavoro di individuazione di tutti i profili professionali, nuovi e tradizionali, implementati dalla digitalizzazione per poi affrontare il tema della riforma del sistema classificatorio.

Piena soddisfazione da parte dei sindacati per il risultato raggiunto: “Un rinnovo contrattuale nel segno della responsabilità e della transizione giusta, in un settore strategico per il Paese - affermano i segretari generale di Filctem Cgil, Flaei Cisl, Uiltec Uil, Marco Falcinelli, Amedeo Testa, Paolo Pirani -. I prossimi anni saranno determinanti per l’evoluzione economica dell’Italia, ed un settore come quello elettrico potrà contribuire, anche attraverso questo contratto, a superare la forte crisi in atto”. Per Luigi Sbarra, segretario generale Cisl “il contratto sottoscritto è molto innovativo perché oltre a difendere i salari, introduce nuove tutele utili alla transizione energetica puntando sulla formazione e sulla partecipazione dei lavoratori per migliorare la qualità del lavoro e del servizio”.

Sara Martano

( 19 luglio 2022 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il rovescio della medaglia della nuova ondata di ossigeno che risolleva il nostro turismo ha la faccia degli italiani per i quali le ferie resteranno un miraggio

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Marilyn nella Guerra Fredda

Tutta la carriera di Marilyn Monroe, si consumò nella fase più acuta della Guerra Fredda. Nel 1954, era a Seul, per intrattenere i Marines che combattevano in Corea

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

La storia di una ascesa sociale

Inventare i libri, edito da Giunti, racconta la storia dei 'fondatori' della casa editrice fiorentina: i fratelli Filippo e Lucantonio

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it