Lunedì 28 novembre 2022, ore 19:49

Lavoro

Contratto miniere: in arrivo 200 euro in più in busta paga

Siglata l’intesa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro del settore delle attività minerarie che occupa in Italia circa 5 mila dipendenti in quasi 80 aziende, nazionali ed internazionali. Il contratto, sottoscritto tra le rappresentanze sindacali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e i rappresentanti di Assorisorse, l’associazione confindustriale di categoria, avrà validità triennale dal 1 aprile 2022 al 31 marzo 2025.

L’aumento in busta paga previsto nel triennio sarà di 200 euro (5 livello), diviso in 3 tranche: 45 euro dal 1 gennaio 2023; 75 euro dal 1 dicembre 2023; 80 euro dal 1 gennaio 2025. I valori corrisposti non sono vincolati a successive verifiche degli scostamenti inflativi. Il contratto è stato sottoscritto in applicazione dell’accordo interconfederale Cgil, Cisl, Uil con Confindustria (9 marzo 2018), e richiama le prassi e le modalità proprie del settore. Nel corso della vigenza contrattuale sarà prevista l’implementazione dell’attuale sistema classificatorio, attraverso la costituzione di una commissione paritetica.

Per quanto riguarda il welfare contrattuale sarà avviato un percorso condiviso per incentivare l’iscrizione dei lavoratori ai fondi previdenziali sensibilizzandoli ai vantaggi della previdenza integrativa. Sulla formazione, l’accordo prevede un più ampio coinvolgimento delle rappresentanze per definire programmi di formazione continua, anche con la certificazione delle tappe formative con l’introduzione del libretto formativo. Su salute sicurezza e ambiente, c’è la sperimentazione della possibilità di prevedere una figura di Rlsa di sito che coordini gli Rlsa delle aziende in appalto insistenti nell’area. 

“Questo rinnovo - affermano Filctem, Femca e Uiltec - si colloca in un contesto di generale ripresa del settore dovuta all’estrazione di materie prime funzionali alla transizione energetica ed ecologica. In questo scenario bisognerà compiere scelte di indirizzo nella consapevolezza che i processi di transizione saranno lunghi e complessi e che il Paese avrà ancora bisogno di fonti fossili estratte. Questo contratto dovrà dunque estendere la sua applicazione anche alle fonti di energia rinnovabile e dello stoccaggio energetico connesso ai siti minerari”. La parola ora passa ai lavoratori che dovranno approvare l’intesa nelle assemblee. 

Sara Martano

( 14 luglio 2022 )

Mostre

La Pradella della Pala Oddi

Realizzata per l’altare della famiglia Oddi nella chiesa di San Francesco al Prato, tra il 1502 e il 1504, è una delle tre importanti commissioni che il giovane Raffaello, non ancora ventenne, riceve a Perugia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Ennio Flaiano se n’è andato 50 anni fa, e il vuoto che lascia si allarga in maniera direttamente proporzionale all’inadeguatezza della congerie pseudoculturale che imperversa da allora. Peccato per chi è venuto dopo, che un Flaiano non l’ha più avuto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un amore settecentesco

Un saggio sul sodalizio sentimentale e intellettuale tra Voltaire e Émilie du Chatelet

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it