Martedì 25 gennaio 2022, ore 17:22

Quotidiano di informazione socio‑economica

Trasporto aereo

Ita Airways: siglato contratto nazionale e integrativo aziendale

Ita Airways conclude positivamente l’anno, (a poche settimane dal tanto discusso esordio ufficiale), e sottoscrive, nella serata di giovedì,  insieme ad Assaereo, il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Contestualmente è stato firmato anche un protocollo sulle relazioni sindacali che dovrà assolutamente - sottolineano i sindacati di categoria -  riportare alla normalità i rapporti industriali. Ne hanno dato notizia Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo.
"Sulla base di queste premesse - spiegano - è stato firmato un accordo industriale che implementa le previsioni di assunzione, di ulteriori 4mila lavoratori, entro giugno 2022, con le necessarie certificazioni e abilitazioni. Il tutto avverrà entro il 2025, in coerenza all’incremento della flotta con gli acquisiti nuovi aeromobili".
"Il contratto integrativo aziendale - proseguono le organizzazioni sindacali - riguarda sia il personale navigante che quello di terra. È stato raggiunto un accordo sul premio di risultato variabile, che terrà conto, come previsto dall’istituto, dei miglioramenti di qualità. Sono stati rivisti gli aspetti economici e quindi il contratto integrativo aziendale, rispetto al regolamento prevede un incremento di oltre il 15% per il primo anno, che poi crescerà gradualmente fino al 20% nell’arco di piano, limitando l’impatto sui salari unilateralmente imposti. Sono state migliorate alcune competenze accessorie del personale di volo. Ci sono stati miglioramenti sul welfare sia per i piloti, sia per gli assistenti di volo che per il personale di terra.
Questa serie di interventi, unitamente all’avvio di normali relazioni sindacali, interrompono una deriva che, in difetto, avrebbe probabilmente portato al conflitto in tempi brevissimi".
Nei prossimi giorni si terranno, inoltre, una serie di incontri di livello tecnico per migliorare le condizioni di lavoro.
Gli accordi raggiunti - concludono Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo - rappresentano un primo significativo passo che migliora le condizioni in un contesto in cui i lavoratori di quest’azienda hanno già subito troppo, a partire dai diktat dell’Unione europea.
"Gli accordi contrattuali ed industriali sottoscritti debbono costituire una svolta nei rapporti tra Ita ed i suoi lavoratori - puntualizzano i sindacati - e forniscono gli strumenti per far decollare veramente la compagnia di bandiera. Ora management e azionista debbono fare la loro parte rendendo concreto e migliorando il piano industriale, attuando gli investimenti necessari e traghettando la compagnia all’interno di una grande alleanza a condizioni favorevoli, nell’interesse dei lavoratori di Ita, di quelli che attendono di essere reinseriti nel ciclo produttivo, di tutto il trasporto aereo italiano e del Paese. Lavoremo - concludono le organizzazioni sindacali - affinché ciò avvenga e proseguiranno nel lavoro di miglioramento dei salari e dell’occupazione”.
"Gli accordi firmati con Assoaereo e con Ita Airways segnano una discontinuità rispetto al passato per quanto riguarda sia le relazioni sindacali che i diritti". Lo dichiara Salvatore Pellecchia, segretario generale della Fit-Cisl. 
"Da oggi alle lavoratrici e ai lavoratori di Ita Airways si applica il contratto collettivo nazionale  del Trasporto aereo e l’integrativo aziendale, sono previsti incrementi economici rispetto agli attuali trattamenti.  Per quanto ci riguarda  gli accordi sottoscritti  costituiscono un punto di partenza e non di arrivo.
Adesso il nostro obiettivo è focalizzarci sull’integrazione dei rami aziendali mancanti - conclude il segretario Fit - e, conseguentemente, sulla tutela occupazionale  dei lavoratori della manutenzione e dell’handling oltre che garantire un futuro occupazionale a tutti coloro che oggi sono in cassa integrazione”.
Cecilia Augella

( 3 dicembre 2021 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Paola Mastrocola e Luca Ricolfi parlano del loro libro Il danno scolastico. La scuola progressista come macchina della disuguaglianza

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Nel labirinto di Comisso

Il 21 gennaio 1969 si spegneva Giovanni Comisso, trevigiano, una delle voci più irripetibili della letteratura italiana novecentesca

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

In ricordo di Giovanni Gastel

The People I Like, a cura di Uberto Frigerio con allestimento di Lissoni Associati, presenta oltre 200 ritratti che sono la testimonianza dell’immensa varietà d’incontri che ha caratterizzato la lunga carriera di Gastel

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it