Venerdì 12 aprile 2024, ore 18:12

Farmaceutico

Siglato il rinnovo dell’integrativo alla Menarini

Siglato l’accordo per il rinnovo dell’integrativo al gruppo farmaceutico Menarini che interessa quasi 3.100 lavoratori impiegati in circa 20 siti sparsi sul territorio nazionale. L’intesa, sottoscritta tra le organizzazioni sindacali di categoria Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e le rappresentanze aziendali del gruppo Menarini, riguarda il triennio 2024-2026.

Per quanto concerne la parte economica è stato confermato l’impianto economico che si basa sui macro-obiettivi di redditività (49%) e produttività (51%) con una cifra lorda rivalutata di 40 euro per ogni anno di vigenza contrattuale ed esattamente: 1.360 euro per il 2024; 1.400 euro per il 2025; 1.440 euro per il 2026. L’accordo definisce inoltre che i trattamenti relativi al premio e al welfare aziendali siano erogati anche al personale in somministrazione. 

Sul welfare di produttività le parti hanno concordato la possibilità di convertire, su richiesta del lavoratore, il premio in welfare nelle misure fisse di 500 euro, 900 euro o tutto il premio, in servizi come istruzione, assistenza anziani o non autosufficienti, ricreativi, buoni spesa e carburanti, abbonamenti al trasporto pubblico, Fonchim (fondo integrativo previdenziale di categoria). A tali importi l’azienda sommerà rispettivamente diverse quote: il 7% su 500, 10% su 900 euro e 12 % su tutto il premio. Per chi vuole versare interamente il premio al fondo Fonchim la percentuale salirà al 16%.

Confermata inoltre l’iscrizione al fondo sanitario di categoria, Faschim, per l’intero nucleo familiare, interamente a carico dell’azienda. Sul sostegno alla maternità, per chi ha uno o più figli al nido e che ha optato per la conversione totale in premio, l’azienda porterà la quota aggiuntiva dal 12 al 30%. Analogo trattamento per i caregiver di familiari o conviventi che necessitano assistenza quotidiana.
Sul welfare aziendale, è stata aumentata la quota di flexible benefit incrementata di 30 euro per i livelli A e B e di 50 euro per tutti gli altri. Infine, l’azienda sosterrà una copertura assicurativa infortuni extra professionali che ha un valore di oltre 40 euro a lavoratore.

Sulla parte normativa nell’intesa si evincono le strategie industriali del Gruppo e le modalità per accrescere le relazioni sindacali, in linea con quanto previsto dal contratto nazionale di lavoro dell’industria Chimica-Farmaceutica. Inoltre, nell’intesa sono contenuti aggiornamenti normativi per capitoli importanti quali: salute, sicurezza e ambiente con la conferma della realizzazione della giornata nazionale dedicata a questo tema; formazione; part time; anticipo del tfr; visite mediche specialistiche con permessi retribuiti; diversità e violenza di genere; congedo parentale ad ore; ferie solidali e smart working; conferma di un importante spazio di intervento nella gestione alle Rsu coadiuvate dalle organizzazioni sindacali territoriali.

Ricordiamo che Menarini è un gruppo farmaceutico leader in Italia e la sua filiera va dalla ricerca alla produzione fino alla commercializzazione dei farmaci.
La sua storia comincia a Napoli nel 1886, ma da oltre 100 anni ha sede a Firenze dove è presente il suo headquarter. Gli stabilimenti sia produttivi che di ricerca sono dislocati in Toscana, Lazio, Abruzzo, Lombardia ed Emilia Romagna. A Firenze è anche in costruzione un nuovo stabilimento di produzione farmaceutica che sarà operativo nel 2025.

Sara Martano
 

( 5 febbraio 2024 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Nel “Discorso sul metodo” Cartesio non fissa solo sul modello delle matematiche i principi del conoscere ma anche quelli della morale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un romanzo fatto di antieroi

Marco Lodoli torna in libreria con il suo nuovo attesissimo romanzo. Ambientato in un Liceo di periferia, la storia narra di una bidella che si innamora perdutamente del nuovo professore di Lettere

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Piero della Francesca. Il polittico agostiniano riunito

In mostra al Museo Poldi Pezzoli-Milano, per la prima volta nella storia, otto tavole provenienti da cinque musei internazionali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it