Venerdì 12 aprile 2024, ore 16:44

Lavoro

Vigilanza privata: aumenti contrattuali per oltre 100mila addetti

Al via gli adeguamenti contrattuali salariali per oltre 100mila addetti della vigilanza privata e servizi di sicurezza. Oggi le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno siglato una ipotesi di accordo con le parti datoriali del settore, Anivip, Assiv, Univ, Ani sicurezza, Legacoop Produzione e Servizi, Agci Servizi e Confcooperative Lavoro e Servizi. Le lavoratrici e i lavoratori del settore percepiranno complessivamente un aumento a regime di 250 euro per il IV livello GPG e 350 euro per il livello D dei Servizi Fiduciari. E' stata inoltre introdotta la 14ª mensilità per i servizi di sicurezza che sarà erogata a partire dal 2024. Un altro consistente passo avanti, spiegano i sindacati, che conferma gli impegni assunti lo scorso anno al momento del rinnovo del contratto nazionale: continuare il percorso di confronto sia sulla parte normativa che economica, con l'obiettivo di migliorare le condizioni di chi lavora nel settore, che ogni giorno mette a rischio la propria vita per la sicurezza pubblica e privata. "Di assoluto valore l'accordo siglato dalla Fisascat Cisl e dalle altre categorie per adeguare con aumenti economici significativi le retribuzioni per gli oltre 100 mila lavoratori del settore della vigilanza privata e dei servizi di sicurezza- commenta il leader Cisl, Luigi Sbarra. La strada contrattuale è quella che va perseguita per aumentare e tutelare i salari dal caro vita, rafforzare i diritti, affrontare il tema del lavoro dignitoso, far partecipare tutti i lavoratori alla gestione, controllo, ripartizione degli utili delle aziende". "L’evoluzione nel settore della vigilanza privata e dei servizi di sicurezza, con l’adeguamento dei trattamenti economici alle dinamiche attuali del mercato, rappresenta un cambio di passo significativo verso una maggiore equità e sostenibilità nel comparto. Relazioni responsabili tra sindacati e associazioni imprenditoriali testimoniano la volontà di perseguire il benessere e lo sviluppo sostenibile per tutti gli attori del settore". Interviene il segretario generale della Fisascat Cisl Davide Guarini. "L’intesa, subordinata alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori del settore - sottolinea il sindacalista. L’attivazione delle procedure necessarie all’aggiornamento delle tabelle del costo del lavoro e la costituzione in seno all’Ente Bilaterale di settore di un Osservatorio sugli appalti - aggiunge Guarini - confermano la volontà delle Parti di analizzare e sensibilizzare il mercato del lavoro di riferimento, gli operatori del settore e la committenza in merito al rispetto dei parametri salariali e delle specifiche attribuzioni degli addetti del settore". "La contrattazione - conclude il sindacalista - ancora una volta - ha dato buona prova di sé facendosi carico di preservare la continuità delle imprese fornendo al contempo risposte economiche apprezzabili i lavoratori". Le aziende più piccole e di altre zone del Paese hanno continuato ad applicare i minimi contrattuali, che l’accordo di giugno aveva rivisto al rialzo di soli 140 euro a regime, con evidenti vantaggi concorrenziali. Il fronte datoriale si è quindi diviso, con i big propensi a rinnovare l’accordo di giugno livellando differenze di trattamento che li mettevano di fatto fuori mercato. Da dicembre, dopo alcuni incontri al ministero del Lavoro, si è tornati al tavolo. Con i sindacati intenzionati a ottenere aumenti anche per le guardie giurate, che partivano da condizioni retributive migliori rispetto a quelle dei vigilanti e negli ultimi mesi non avevano goduto di miglioramenti. Cgil, Cisl e Uil parlano di una svolta in un settore famigerato per i trattamenti salariali minimi sotto la soglia di povertà e quindi in violazione dell’articolo 36 della Costituzione, come sancito anche dalla Cassazione.
Ce.Au.

( 16 febbraio 2024 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Nel “Discorso sul metodo” Cartesio non fissa solo sul modello delle matematiche i principi del conoscere ma anche quelli della morale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un romanzo fatto di antieroi

Marco Lodoli torna in libreria con il suo nuovo attesissimo romanzo. Ambientato in un Liceo di periferia, la storia narra di una bidella che si innamora perdutamente del nuovo professore di Lettere

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Piero della Francesca. Il polittico agostiniano riunito

In mostra al Museo Poldi Pezzoli-Milano, per la prima volta nella storia, otto tavole provenienti da cinque musei internazionali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it