Lunedì 1 marzo 2021, ore 12:07

Quotidiano di informazione socio‑economica

Cultura

Il mondo post-pandemia secondo Morin

di PATRIZIO PAOLINELLI

Anche Edgar Morin ha detto la sua sulla pandemia in corso. Lo ha fatto pubblicando un piccolo tascabile intitolato “Cambiamo strada. Le 15 lezioni del Coronavirus” (Cortina Editore, Milano 2020, pagg., 123, 11,00 euro).

Il libro, scritto con la collaborazione di Sabah Abouessalam, consiste in una riflessione para-filosofica sui drammi che affliggono il mondo e che il Covid-19 ha fatto emergere in tutta la loro portata. A iniziare dalla crisi ambientale. Tema molto caro all’ex sociologo francese e che collega alla barbarie del profitto.

Le 15 lezioni corrispondono a 15 temi affrontati a volo d’uccello da Morin: morte, civiltà, solidarietà, uguaglianza, medicina, politica, Unione Europea e così via. Rispetto a ognuno di questi temi sono individuate le criticità di fondo.

Per esempio, per quanto riguarda la medicina Morin ci ricorda una vecchia lezione. Cioè che la scienza non gode affatto di un repertorio di verità assolute e che sia la differenza di opinioni sia le controversie sono necessarie al progresso del pensiero scientifico. Se vogliamo leggerle in positivo, le polemiche tra virologi - che talvolta ci hanno sorpresi - hanno dimostrato invece quanto sia necessario non considerare la scienza un dogma e quanto il dibattito tra scienziati sia importante.

Per quanto riguarda la politica il j’accuse di Morin è senza mezzi termini. Come l’economia anche la politica è vittima del pensiero disgiuntivo. Vale a dire di un pensiero che ragiona per compartimenti stagni e perde di vista il tutto. E poi è diventata l’ancella del capitale. Abdicazione che l’ha portata a sacrificare la prevenzione in nome della reddittività.

La parte più consistente del libro tuttavia non è quella analitica. Ma quella previsionale: ossia la strada che dovrebbe imboccare il mondo dopo il Coronavirus. Purtroppo in questa parte Morin scrive un libro dei sogni in cui con toni New Age perde completamente di vista la concreta realtà dei rapporti politici, economici e sociali.

( 1 marzo 2021 )

Il greco

La lingua del pensiero

Dal tempo in cui parlò Omero fino ad oggi parliamo e respiriamo e cantiamo la stessa lingua. Greche sono le parole e i concetti che dal greco antico permeano tante altre lingue del pianeta

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Letteratura

Il mondo di Dino

Occorre ricordare che Dino Buzzati, prima di diventare un eccelso romanziere è stato un altrettanto eccelso giornalista

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

La lingua greca è ricchezze di pensiero, espressione della mente umana, dei ragionamenti scientifici e filosofici, ma soprattutto è il passato comune che unisce il mondo occidentale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it