Giovedì 29 febbraio 2024, ore 12:30

Storia dell'arte

In ricordo di Antonio Paolucci

di PAOLO SPIRITO

Ho avuto il privilegio di incontrarlo più volte Antonio Paolucci, tra i più eminenti ed empatici Storici dell'Arte Italiani, scomparso dopo lunga malattia il 5 febbraio u.s., all’età di 84 anni, ma resterà per sempre vivo il ricordo delle riprese che effettuammo nella Galleria degli Uffizi di Firenze per il programma di Raiuno “Made in Italy”, usando per la prima volta un dirigibilino radiocomandato alimentato da gas elio, essendo i droni ancora di là da venire. Nei suoi occhi si leggevano stupore e timore: stupore per i prodigi della tecnologia-eravamo alla fine degli anni Novanta-timore per l'incolumità del patrimonio storico-artistico di uno tra i maggiori Musei del mondo. Forentino d’adozione-nato a Rimini nel 1939 si era laureato in Storia dell’Arte a Firenze nel 1964 con Roberto Longhi-la sua lunga carriera lo ha visto Soprintendente per i Beni Storico-Artistici di Firenze, poi Soprintendente speciale per il Polo Museale Fiorentino, da cui dipendeva la Galleria degli Uffizi, poi, con il Governo presieduto da Lamberto Dini, Ministro per i Beni Culturali e Ambientali dal 1995 al 1996. Nel 1997 Commissario straordinario per gli interventi di restauro della Basilica di San Francesco ad Assisi. Nel 2007 nominato direttore dei Musei Vaticani. Insomma una vita dedicata alla cultura. Al termine della sua esperienza ministeriale, raccolse le sue esperienze in un libro dove il titolo ci aiuta a comprendere lo spirito di civil servant con cui assunse l’incarico ministeriale: “Museo Italia-Diario di un soprintendente-ministro”, Sillabe Editore. L’esperienza di direttore dei Musei Vaticani ha poi suggellato la Sua esperienza e il suo impegno a favore dei Beni Culturali, egregiamente raccontati da protagonista in un indimenticabile serie di documentari televisivi. Tra le ultime rassegne da lui curate mi piace ricordare Leonardo Opera Omnia, svoltasi a Fossano nel 2018 e che presentava una serie di riproduzioni di opere rappresentative del percorso artistico di Leonardo da Vinci. La più recente invece nel 2021, con una esposizione a 360° su Dante Alighieri ai Musei San Domenico di Forlì: con 300 opere che celebravano i 700 anni dalla morte del poeta. Durante il corso dei suoi anni ha toccato temi che spaziano dal turismo culturale, all’arte futura, alla tutela e all’incuria, in una vita che è sempre stata una dichiarazione di amore appassionata per l’arte e per la conservazione dei beni culturali.

Con lui scompare un Signore ed un grande Storico dell’Arte, mancherà tantissimo, a tutti. Auspico solo che al Collegio Romano o alla Galleria degli Uffizi lo ricordino come merita, dedicandogli un luogo, uno spazio a futura memoria..

( 10 febbraio 2024 )

Mostre

La cartografia e la famiglia De Agostini

 Le carte geografiche della De Agostini hanno segnato un’in tera epoca, a cui oggi, nel mondo dominato dalla digitalizzazione e dai satellitari, guardiamo con una certa nostalgia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Eventi

Torna Milano MuseoCity

Dal primo marzo la manifestazione promossa dal Comune con l’obiettivo di valorizzare gli spazi espositivi della città e del territorio limitrofo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Il capolavoro scomparso

“Il collezionista” è la riprova del talento di Daniel Silva e la conferma che la letteratura di spionaggio costituisce l’unica forma letteraria di rilettura e interpretazione geopolitica di questa epoca

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it