Domenica 14 agosto 2022, ore 11:42

Libri

La storia di una ascesa sociale

di MAURO CEREDA

Alessandro Barbero, lo storico che, come pochi altri, è in grado di coniugare rigore scientifico e divulgazione, catturando l’attenzione del pubblico con i libri, le conferenze, le interviste in tv e sui social, nel volume “Inventare i libri”, edito da Giunti, racconta la storia dei 'fondatori' della casa editrice fiorentina: i fratelli Filippo e Lucantonio, che il sottotitolo definisce “pionieri dell’editoria moderna”. Il professore piemontese si è divertito a spulciare fra le fonti, a cominciare dal catasto realizzato dal Comune di Firenze a partire dal 1427, uno strumento ricco di informazioni dettagliate, che ci consegna una fotografia della città e della società all'inizio del Rinascimento. E il lettore si appassionerà seguendo le vicende di questa famiglia, che cominciano con Giunta di Biagio, un ragazzo di periferia che avvia una piccola attività commerciale come 'pannaiuolo' (poi fallita), mentre i figli (Filippo e Lucantonio appunto) si dedicheranno ad iniziative che lasceranno un segno nel tempo. Filippo andrà a bottega dal Pollaiolo, sempre a Firenze, per imparare l’arte dell’oreficeria che poi utilizzerà per aprire un’attività da tipografo e produrre in proprio i caratteri mobili da stampa; Lucantonio, invece, si trasferirà a Venezia, città dinamica e ricca di traffici e occasioni per fare affari, dove diventerà cartolaio e venditore di libri. Filippo, tra i suoi clienti, potrà vantare ser Bernardo Machiavelli, che nel 1485 compra due volumi, su uno dei quali (di storia, l’altro è di diritto) sono ancora visibili le annotazioni del figlio Niccolò (sì, quel Machiavelli..). Mentre Lucantonio, che è il più intraprendente dei fratelli, comincia nel 1489 con la pubblicazione dell’Imitazione di Cristo, un’opera tuttora presente nel catalogo della Giunti, e poi prosegue rivolgendosi in particolare alla clientela più attenta e facoltosa dell’epoca: il clero.

Quindi è tutta una produzione di opere liturgiche come messali, antifonari, breviari, libri di inni, da spedire anche all’estero. “Lucantonio – dice Barbero – fa i soldi, tanti, non realizzando raffinate edizioni di classici destinati al mercato degli umanisti, ma strumenti di lavoro per quell’immensa struttura internazionale, straricca, che era allora la Chiesa”. I Giunta, in particolare Filippo e ancora di più il figlio Bernardo, stringeranno rapporti con gli intellettuali fiorentini e con la loro impresa parteciperanno al processo di diffusione della lingua italiana moderna.

“Inventare i libri” è la storia di una ascesa sociale, di due giovani figli di povera gente, che sono all’origine di un’azienda arrivata fino ai giorni nostri. Ma è anche la storia degli esordi dell’editoria nel nostro Paese.

( 3 agosto 2022 )

Libri

Gioia del palato... e non solo

Il cibo non è soltanto gioia del palato, ma espediente per ricordare, collocare, identificare: i sapori in determinati contesti contribuiscono a rafforzare immagini, fisiche o mentali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il rovescio della medaglia della nuova ondata di ossigeno che risolleva il nostro turismo ha la faccia degli italiani per i quali le ferie resteranno un miraggio

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Marilyn nella Guerra Fredda

Tutta la carriera di Marilyn Monroe, si consumò nella fase più acuta della Guerra Fredda. Nel 1954, era a Seul, per intrattenere i Marines che combattevano in Corea

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it