Domenica 10 dicembre 2023, ore 18:26

Magazine

Via Po Cultura

In “Il limite dell’utile” compare il concetto di dépense che può essere tradotto in italiano con parole come spreco, perdita, sperpero, eccesso, lusso, ma non evidentemente il lusso che si esibisce esteriormente come segno di successo e di superiorità. Lo spreco, in quanto massima principale di un’etica dell’inutile, è tante cose insieme: passione mistica, virtù intersoggettiva, slancio comunitario. E’ la modalità con cui chi possiede di più mette in circolo (invece di conservarlo avidamente o investirlo in modo redditizio) il surplus della propria ricchezza a beneficio di altri sotto forma di feste, cerimonie propiziatorie, offerte votive, elargizioni, incentivando i vincoli interpersonali e la coesione sociale. In senso più estremo, è anche il dispendio di sé, il sacrificio, la decisione coraggiosa di lottare, fino a immolarsi, per una causa, un credo, un bene superiore a quello individuale. Un modello di quella esperienza interiore, cui non è estranea una certa laica santità, con cui l’io si dona agli altri o meglio dona agli altri il suo io. "Un giorno - scrive Bataille – ogni uomo dovrà vedere che i comportamenti utili non hanno di per sé alcun valore, che solo i comportamenti gloriosi arrecano luce alla vita, solo essi hanno saputo valorizzarla. La borghesia dovette svilire questo valore per sviluppare i propri affari”.

( 17 novembre 2023 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il passato non è solo l’eredità che ciascuno si porta dietro: in realtà rappresenta ciò che siamo e, con tutta probabilità, anche ciò che saremo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

In campo scende la vita vera

ll romanzo di Guadagni è costruito come una gigante metafora dietro la quale c'è un bisogno vero, quello di riprenderci la domenica come giorno di festa condiviso

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Due cani randagi che si credevano lupi

Paolo Cognetti, dopo “Otto montagne” torna in libreria con il suo ultimo libro “Giù nella valle”, anche qui al centro del racconto ci sono due uomini, la montagna con i suoi misteri

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2023 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it