Lunedì 8 agosto 2022, ore 13:07

Banche

Bcc: vera sfida è la transizione ecologica

Le banche di credito cooperativo sono in salute e vogliono essere protagoniste dei grandi cambiamenti che si preparano nella nostra economia. Massima attenzione quindi, ha sottolineato il Presidente di Federcasse Augusto Dell’Erba nella relazione con cui ha aperto l’assemblea annuale dell’associazione, alla transizione ambientale ed ai rischi climatici, per tutti gli istituti - non solo le Bcc - una delle principali sfide dei prossimi anni. Il credito cooperativo, ha ricordato Dell’Erba, è un sistema solido: malgrado la crisi Covid raccolta e impieghi sono aumentati a ritmi superiori a quelli del comparto bancario. Fra i diversi dati, Dell'Erba ha rilevato come il credito cooperativo abbia confermato quote di mercato importanti nei settori chiave "dell'agricoltura e dell'artigianato", una riduzione dei crediti deteriorati con un rapporto sofferenze/impieghi ora allineato a quello del comparto bancario. Le Bbc hanno inoltre ridotto "in maniera contenuta" gli sportelli sul territorio negli ultimi anni a fronte di un forte calo del comparto bancario, accelerato con la pandemia. Se è vero che è in atto un processo di "desertificazione" dei territori, Dell’Erba ha sottolineato che le Bcc "sono sempre più le uniche banche presenti in alcuni comuni". A marzo 2022, ha aggiunto, "questo numero di comuni era salito a 695". Un approccio, quello di Dell’Erba, apprezzato dal sindacato. “Con la loro presenza capillare sul territorio le Bcc hanno le carte in regola per valutare i rischi ambientali delle imprese ed accompagnarne il cammino nella transizione ecologica. La strada tracciata dal presidente di Federcasse Augusto Dell’Erba nella sua relazione, che mira a promuovere un rinnovamento della mutualità nel solco dei criteri Esg, è quella giusta per promuovere la biodiversità di cui l’economia italiana ha bisogno”, ha commentato il segretario generale di First Cisl Riccardo Colombani, che ha partecipato all’Assemblea annuale. “Il rialzo dei tassi - ha proseguito Colombani - consente adesso alle Bcc di sfruttare i loro punti forza, come l’elevata quota di impieghi indicizzati, e di rafforzare ulteriormente la patrimonializzazione con i maggiori utili prodotti. Ciò deve tradursi in un forte sostegno al credito e non in una prassi omologante di gestione della clientela che punti tutto sulle commissioni. Per centrare gli obiettivi indicati da Federcasse è necessario - ha concluso Colombani - dare centralità agli stakeholder, a cominciare dalle lavoratrici e dai lavoratori, come è stato fatto con il rinnovo del contratto nazionale ed iniziare a lavorare da subito con il sindacato sulle sfide che abbiamo davanti”.
Carlo D’Onofrio

( 3 agosto 2022 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il rovescio della medaglia della nuova ondata di ossigeno che risolleva il nostro turismo ha la faccia degli italiani per i quali le ferie resteranno un miraggio

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Marilyn nella Guerra Fredda

Tutta la carriera di Marilyn Monroe, si consumò nella fase più acuta della Guerra Fredda. Nel 1954, era a Seul, per intrattenere i Marines che combattevano in Corea

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

La storia di una ascesa sociale

Inventare i libri, edito da Giunti, racconta la storia dei 'fondatori' della casa editrice fiorentina: i fratelli Filippo e Lucantonio

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it