Martedì 28 maggio 2024, ore 12:22

Banche

Carige-Bper: passaggio epocale ma non privo di difficoltà

Non è un passaggio indolore, quello di Carige nel gruppo Bper, ma il primo giorno, pur tra qualche disagio, si è chiuso senza grandi scossoni. Inevitabile: si tratta a tutti gli effetti di “un passaggio epocale”, come lo definiscono i sindacalisti di First Cisl. E non è retorica. 
Il terreno è stato preparato con l’accordo che i sindacati hanno firmato con Bper all’inizio di novembre. Accordo che prevede la continuità del rapporto di lavoro e la salvaguardia delle condizioni contrattuali previste nell’ex gruppo Carige. Sono stati riconosciuti l’anzianità di servizio e tutti i trattamenti economici maturati prima della fusione.
Dal 1° aprile 2023 verranno applicate al personale proveniente dalle banche incorporate gran parte delle condizioni previste dalla contrattazione di secondo livello del gruppo Bper. Per quanto riguarda la previdenza complementare, continueranno a trovare applicazione fino alla fine del 2023 le condizioni vigenti nell’ex gruppo Carige. Dal 1° gennaio 2024 continuerà ad essere applicata la contribuzione ex Carige, sulla base imponibile previsto nel gruppo Bper, al netto delle quote relative alla copertura premorienza e invalidità.
I lavoratori incorporati manterranno il diritto alle prestazioni dell’assistenza sanitaria integrativa dell’ex gruppo Carige fino al 31 dicembre 2022. Dal 1° gennaio 2023 potranno iscriversi all’assistenza sanitaria integrativa prevista per tutti i dipendenti di Bper Banca.
È previsto inoltre un premio welfare pari a 250 euro per le lavoratrici e i lavoratori di tutte le società del gruppo Bper come riconoscimento dell’impegno con cui sono chiamati ad affrontare le operazioni straordinarie che interessano il gruppo.
Ora si tratta di gestire una transizione che, come sempre in questi casi, presenta alcune criticità. E’ evidente, spiegano infatti il segretario responsabile di First Cisl Liguria, Fabrizio Mattioli, ed il segretario responsabile di First Cisl Gruppo Bper Banca, Matteo Muzio, che la situazione comporta “un impegno professionalmente pesante per le colleghe ed i colleghi dell’ormai ex Gruppo Carige, che stanno continuando a lavorare alacremente, compreso lo scorso week end, per contribuire a che tutto fili il più liscio possibile. Per quanto ci riguarda, stiamo monitorando attentamente la situazione, proprio con specifico riferimento alle ricadute di questo passaggio su lavoratrici e lavoratori, sui carichi di lavoro ed in generale sugli impatti di tale operazione”. 
First Cisl, concludono Mattioli e Muzio, continuerà “a monitorare gli sviluppi degli impatti dell’operazione di aggregazione così come vigileremo anche nel prossimo futuro sulla salvaguardia dei livelli occupazionali, sulla tutela delle persone in merito a qualsiasi fenomeno di mobilità territoriale e professionale e sul mantenimento dei presidi territoriali”.
Carlo D’Onofrio
 

( 30 novembre 2022 )

La Biblioteca Ambrosiana

Uno scrigno prezioso

Oggi conta circa un milione di volumi a stampa, soprattutto di fondo antico (incunaboli e cinquecentine), e trentacinquemila manoscritti

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il passato remoto è il tempo ideale della narrazione e non a caso nelle coniugazioni verbali greche e latine veniva chiamato “perfetto”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

L’uomo giusto al momento sbagliato

La storia di Vincenzo Tiberio, il medico italiano che primo fra tutti, nel 1895, quindi 34 anni prima di Alexander Fleming, scoprì l’impor tanza di alcune muffe e sperimentò il loro potere antibiotico

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it