Domenica 8 dicembre 2019, ore 20:08

Quotidiano di informazione socio‑economica

Legge di Bilancio

Manovra, la maggioranza rimanda il summit per la resa dei conti

Il maltempo non sembra attenuare gli effetti su cose e persone. Allora ci potrebbe essere uno slittamento sia del consiglio dei ministri sia del vertice di maggioranza sulla manovra, previsti per oggi. È quanto trapela da fonti della maggioranza alla luce dell’emergenza acqua alta che ha portato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a volare a Venezia dove resterà anche questa sera e forse domani. Nessuna decisione formale, in ogni caso, è stata ancora presa al riguardo. Ma è molto probabile un rinvio.

Da segnalare che ammontano a circa 900 milioni gli stanziamenti già previsti con la manovra per prorogare gli interventi di cassa integrazione in scadenza (come quelli per le aree di crisi complessa) e per alimentare il fondo sull’occupazione. È quanto ha fatto sapere la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, a margine dei lavori alla Camera.

Arriva anche una modifica che riguarda la tassa sulle auto aziendali, una delle misure più controverse contenute nella manovra. Il nuovo regime si applicherà solo alle auto di nuova immatricolazione. Ad annunciarlo è stato lo stesso ministro dell’Economa, Roberto Gualtieri: "Siamo al lavoro per migliorare la norma sulle auto aziendali. È giusto che la riforma del regime fiscale sulle auto aziendali non abbia un impatto retroattivo, cioè su coloro che non possono evitarlo".

L’obiettivo, dice il ministro difendendo la stretta sulle auto aziendali, è quello di salvaguardare l’incentivo di rinnovare il parco auto concesse in benefit ai dipendenti delle aziende, evitando però di agire indistintamente alle emissioni inquinanti. Non si vuole "punire" chi possiede queste macchine, quanto piuttosto spingere le flotte aziendali verso una mobilità meno inquinante. La norma sarà quindi rivista così da "garantire che le modalità e i tempi siano compatibili con i settori dell’automotive che stanno puntando sull‘ibrido e l’elettrico".

Gualtieri ha poi sottolineato che la misura non sarà una nuova tassa ma la rimodulazione di un sussidio, e che i veicoli coinvolti dal provvedimento saranno 300 mila e non i numeri circolati negli ultimi giorni. "Stiamo parlando di trecentomila contribuenti toccati dalla misura, e i numeri che sono circolati" si parlava di due milioni di automobili colpite, "sono fantasiosi" ha detto Gualtieri. "È una misura ambientale, che serve al rinnovamento del parco auto, ma va comunque migliorata per evitare che si traduca in un aumento delle tasse per i dipendenti".

Intanto italiani divisi sulle microtasse ipotizzate dalla manovra: in particolare, sugar, plastic e web tax. È quanto risulta da un sondaggio dell’Osservatorio settimanale socio-politico Omnibus di Euromedia Research condotto su un campione prestratificato di 1.000 interviste effettuate sul web con il metodo Cawi il 6 e 7 novembre. Nel dettaglio, il 52,7% degli interpellati non condivide la proposta della tassa sul consumo di bevande analcoliche con zuccheri aggiunti, considerata la peggiore dal 29% del campione; il 49,1% di coloro che hanno risposto al sondaggio si dichiara contrario alla web tax, un dato che spacca a metà il campione, vedendo i giovani nativi digitali assolutamente contrari (51,2%); il 43%, infine, non condivide l’ipotesi di un’imposta sul consumo di imballaggi e contenitori di plastica non riciclabili. Complessivamente, secondo i dati forniti da Euromedia, il 70,3% pensa che il peso di queste imposte graverà sui consumatori finali.

( 13 novembre 2019 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it