Venerdì 12 aprile 2024, ore 17:46

Libri

Il capolavoro scomparso

di ENZO VERRENGIA

Chi sarà l’erede di James Bond? È la domanda ricorrente nell’ambito della spy-story. La risposta data da almeno venticinque anni. Si tratta di Gabriel Allon, agente e poi direttore del Mossad, il più efficace servizio segreto del mondo. Il suo creatore, Daniel Silva, lo mise in scena con “Il restauratore” e da lì in poi gli ha fatto attraversare il primo quarto del XXI secolo, a confronto con gli sviluppi ininterrotti di una narrazione che si dipana di continuo attraverso i media.

Allon è il figlio di una pittrice sopravvissuta al lager di Birkenau, con la vocazione artistica nel codice genetico.

Peccato che ne venga strappato da Ari Shamron, a suo tempo capo dell’intelligence israeliana e controllore dell’operazione “Ira di Dio”, una serie di omicidi mirati fra i terroristi palestinesi per vendicare il massacro della squadra ebraica nelle olimpiadi di Monaco del 1972.

Oggi Allon è attempato, vive a Venezia con la sua seconda moglie (la prima gli è stata uccisa a Vienna da estremisti islamici) ed tornato alla sua professione originaria di restauratore.

Impossibile, però, evitare in ogni nuova avventura il proprio coinvolgimento da professionista dell’intrigo internazionale.

Con “Il collezionista”, Daniel Silva lo porta a occuparsi dapprima del recupero di un preziosissimo quadro di Johannes Vermeer rubato ad Amalfi, poi della cospirazione russa che vi si nasconde dietro.

Dalla solare costiera del Cilento al gelo della Danimarca e al ghiaccio della Russia di Putin, Allon deve districarsi fra oligarchi, sicari del SVR, succeduto al KGB, e manovre occulte che porterebbero allo scoppio di uno scambio nucleare tra Mosca e Washington. Sulla propria strada, l’israeliano si imbatte nella geniale Ingrid Johansen, ladra su commissione. Sarà lei ad avere il ruolo chiave nella missione che si configura.

C’entra Magnus Larsen, il collezionista del titolo, mandante del furto da cui s’innesca la vicenda. È il proprietario della compagnia petrolifera DanskOil, che sfrutta in regime quasi monopolistico le risorse del Mare del Nord a disposizione di Copenaghen.

Sennonché, l’uomo spia per conto dei russi, che lo hanno incastrato con le riprese di una performance sessuale da cui uscirebbe rovinato.

Larsen è anche indispensabile per la riuscita del piano apocalittico ideato da Putin in persona. Per impedire il peggio, Allon collabora con al CIA e mette su una squadra imbattibile, arricchita dalla new entry, Ingrid Johansen.

“Il collezionista” è la riprova del talento di Daniel Silva e la conferma che la letteratura di spionaggio costituisce l’unica forma letteraria di rilettura e interpretazione geopolitica di un’epoca, questa, giunta a pochi secondi dalla mezzanotte eterna. L’edizione italiana del libro è impreziosita da un’illuminante conversazione con l’autore in appendice.

( 27 febbraio 2024 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

La Giornata internazionale dei diritti della donna

8 marzo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

La storia

Un popolo di emigranti

La storia dell’emigrazione italiana, in questo volume pubblicato dal settimanale Internazionale, viene raccontata attraverso le fonti giornalistiche dei paesi d’arrivo; è lo sguardo non di chi partiva, ma di chi accoglieva

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Nel “Discorso sul metodo” Cartesio non fissa solo sul modello delle matematiche i principi del conoscere ma anche quelli della morale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un romanzo fatto di antieroi

Marco Lodoli torna in libreria con il suo nuovo attesissimo romanzo. Ambientato in un Liceo di periferia, la storia narra di una bidella che si innamora perdutamente del nuovo professore di Lettere

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Piero della Francesca. Il polittico agostiniano riunito

In mostra al Museo Poldi Pezzoli-Milano, per la prima volta nella storia, otto tavole provenienti da cinque musei internazionali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it