Martedì 25 gennaio 2022, ore 18:24

Quotidiano di informazione socio‑economica

Unione Europea

Parlamento Ue alla prova del successore di Sassoli

La cerimonia di commemorazione alla Plenaria di Strasburgo si terrà lunedì pomeriggio e sarà presieduta dalla Presidente ad interim Roberta Metsola. La cerimonia inizierà con la proiezione del breve video "David Maria Sassoli, Presidente del Parlamento europeo". L'ex Primo ministro italiano ed ex deputato europeo, Enrico Letta, farà un elogio funebre, seguito da un intermezzo musicale della violoncellista Anne Gastinel. Successivamente, prenderanno la parola il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il Presidente francese Emmanuel Macron, anche a nome della Presidenza di turno del Consiglio Ue, seguiti dai leader dei gruppi politici del 
Pe. L'inno europeo "Inno alla gioia" di Ludwig van Beethoven, sarà suonato alla fine dell'evento. Tra i leader italiani è prevista anche la presenza dell'europarlamentare e presidente di FI Silvio Berlusconi. Tra i capi di governo europei è invece probabile la presenza del premier lussemburghese Xavier Bettel e di quello greco, Kyriakos Mitsotakis. Il voto dell'Assemblea per il nuovo presidente dell' Europarlamento comincerà martedì. Sarà segnato comunque dal lutto per la scomparsa di Sassoli che, dopo un iniziale tentennamento, a metà dicembre aveva deciso comunque di farsi da parte. Il candidato forte alla sua successione è l'attuale vice presidente vicaria Roberta Metsola, esponente del Ppe, come previsto nell'accordo di alternanza di inizio legislatura stipulato con S&D. Maltese, paladina della lotta alla corruzione, Metsola sarebbe la terza presidente donna della storia del Parlamento Ue e la più giovane in assoluto. La sua investitura potrebbe avvenire con una maggioranza quasi uguale a quella che elesse Sassoli, fatta di popolari, socialdemocratici e liberali. Ma i giochi non sono chiusi e le posizioni conservatrici sull'aborto da parte dell'esponente del Partito Nazionalista maltese hanno fatto storcere il naso a diversi europarlamentari del centro-sinistra. Da S&D a Renew, i vari gruppi si stanno preparando alla votazione con una serie di riunioni. Nel pomeriggio è toccato ai Conservatori e Riformisti - co-presieduti da Raffaele Fitto di Fdi e da Ryszard Legutko - incontrarsi per confermare che il loro candidato allo scranno più alto di Strasburgo sarà il polacco Kosma Zlotowski, esponente del Pis. I sovranisti di Id hanno invece appena confermato il leghista Marco Zanni loro presidente e, avvertono, faranno pesare i loro voti. Obiettivo che verrà perseguito anche dai Verdi, che si erano opposti ad una conferma di Sassoli e che puntano a sfruttare il vento favorevole del nuovo governo semaforo a Berlino. Le candidature saranno ufficializzate lunedì sera e tra gli outsider potrebbe esserci anche l'olandese Esther de Lange, anche lei del Ppe ma sconfitta da Metsola nella votazione interna dei popolari. A rendere un unicum la plenaria di questo gennaio ci si è messa anche la nuova emergenza Covid: organizzare le votazioni per oltre 700 europarlamentari sotto la minaccia di Omicron, per il segretariato generale di Strasburgo non sarà certo una passeggiata.
Sono inoltre 5 i vicepresidenti al Parlamento europeo che il gruppo S&D proporrà alla prossima Plenaria. I candidati sono stati eletti per acclamazione e sempre il gruppo dei socialdemocratici ha incontrato la candidata del Ppe alla presidenza Roberta Metsola. I 5 che corrono per la vicepresidenza sono Pina Picierno del Pd, l'attuale vicepresidente Pedro Silva Pereira, la greca Eva Kaili, l'austriaca Evelyn Regner, la tedesca Katarina Barley. Per il ruolo di questore invece il gruppo ha candidato la slovacca Monika Benova.
Rodolfo Ricci

( 14 gennaio 2022 )

Mostre

Un sodalizio intellettuale e umano

Levi e Ragghianti. Un’amicizia fra pittura, politica e letteratura, una grande mostra a Lucca, Fondazione Ragghianti-Complesso Monumentale di San Micheletto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Paola Mastrocola e Luca Ricolfi parlano del loro libro Il danno scolastico. La scuola progressista come macchina della disuguaglianza

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Nel labirinto di Comisso

Il 21 gennaio 1969 si spegneva Giovanni Comisso, trevigiano, una delle voci più irripetibili della letteratura italiana novecentesca

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it