Martedì 16 ottobre 2018, ore 13:10

Quotidiano di informazione socio‑economica

In primo piano

Decreto dignità, via libera di Montecitorio

Primo via libera al decreto dignità, che cambia le regole su contratti a termine e delocalizzazioni e vieta la pubblicità del gioco d’azzardo con un inasprimento delle sanzioni.

Il testo andrà al Senato per un esame lampo, con l'obiettivo di chiudere a Palazzo Madama martedì prossimo. Difficile, visti i tempi strettissimi, che al Senato si possa ancora intervenire, tanto che il governo già starebbe valutando la fiducia.

Queste le principali misure

Bonus per assunzioni stabili. Prorogato nel biennio 2019-20 il bonus assunzioni al 50% dei contributi fino gli under 35 (non solo per gli under 30 come previsto dalle vecchie norme).

Contratti a termine più corti e costosi, tornano casuali. Massimo 24 mesi per il tempo determinato, dopo i primi 12 vanno indicate le causali, senza il contratto diventa automaticamente stabile.

Sale indennità licenziamento, anche con conciliazione. In caso di licenziamento illegittimo le indennità passano da a minimo di 6 a un massimo di 36 mensilità.

Voucher fino a 10 giorni, anche per gli alberghi. Semplificato l'utilizzo per l'agricoltura.

A chi delocalizza multe da 2 a 4 volte i benefici. Scatta la revoca anche per gli aiuti legati a impatti occupazionali davanti a un taglio del 50% dei posti di lavoro.

Gioco come sigarette, nuoce a salute e serve tessera - Logo ’no slot’ per chi elimina le macchinette, tessera sanitaria obbligatoria per giocare, come per le sigarette, e scritta, anche sui Gratta e Vinci, “il gioco nuoce alla salute”. T

Stop al trattenimento diretto dell'Iva da parte dello Stato per i professionisti. Il calo del gettito è coperto sempre dal rincaro del Preu sui giochi e da fondi Mise e Mef. Entra nel decreto anche il rinvio dell'obbligo di fattura elettronica per i benzinai al primo gennaio.

Le maestre con diploma magistrale ante 2001-2002 potranno comunque insegnare, a dispetto dello stop arrivato dal Consiglio di Stato. La norma originaria viene modificata prevedendo la proroga dei contratti fino al 30 giugno 2019 (con la trasformazione però a tempo determinato anche dei contratti stabili) e un concorso straordinario.

(Articolo completo e altri servizi di Giampiero Guadagni domani su Conquiste Tabloid)

( 3 agosto 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2018 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it