Venerdì 1 luglio 2022, ore 22:47

Breaking News

Pubblico impiego 

Pa, scontro tra sindacati e Dadone 

È scontro tra i sindacati e la ministra della Funzione Pubblica, Fabiana Dadone. Scontro sullo smart working - dopo il decreto ministeriale, molto prescrittivo, sul tema - ma anche sulle risorse. Risorse giudicate insufficienti dai sindacati sia per i rinnovi contrattuali che per le assunzioni. E su questo fronte le sigle del pubblico impiego ricordano che siamo alla vigilia di un’enorme emorragia di personale: circa 500milauscite nei prossimi anni. Per questo a Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa hanno indetto lo stato di agitazione. Le mancate assunzioni e le risorse insufficienti per rinnovare i contratti, spiegano i sindacati, ”limitano l'operatività e la funzionalità di servizi pubblici che sono fondamentali per le persone e la tutela della salute, della sicurezza e della legalità (anche fiscale e previdenziale) del nostro Paese”. Secondo le sigle, la ministra ”sottovaluta che quando parliamo di contratti, stiamo parlando anche di quei medici, infermieri, educatrici, agenti di polizia locale, assistenti sociali, amministrativi, dipendenti degli enti previdenziali, delle agenzie, degli amministrativi, dei tecnici e di tutte quelle professionalità che in questi mesi non hanno mai fatto venir meno il loro contributo al buon funzionamento e alla gestione dell'emergenza”. ”Ci saremmo aspettati più attenzione nei confronti di chi in queste ore sta lottando per salvare il Paese”, aggiungono. Sul fronte rinnovi, i sindacati sottolineano che ”la media di incrementi contrattuali si aggira intorno agli 83 euro lordi, che sono al di sotto di quanto previsto dal contratto 2016-2018, ma anche molto lontani dall'aspettativa dei lavoratori”. I sindacati chiedono inoltre misure per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Lo stato di agitazione va dunque avanti. E i sindacati chiedono che la ministra ”punti sulla contrattazione e sul dialogo”.
I. S.

( 22 ottobre 2020 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Mescolando la ragione e il sentimento La Capria nella sua opera ha narrato una cosmogonia della vita quotidiana, fondata sull’uso del senso comune, e dominata dalla costante presenza del mare

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

L'epica di Raffaele Nigro

 Il cuoco dell’Imperatore edito da La Nave di Teseo, cade a 35 anni dal premio Campiello che lo scrittore di Melfi si aggiudicò nel 1987

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Addio a Raffaele La Capria

Lo stupore della bellezza

"La bellezza ha in sé un valore morale oltre che estetico, che è un bene per lo stupore e la meraviglia che suscita in noi"

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it