Mercoledì 1 febbraio 2023, ore 0:13

Manovra

Cisl al Governo: fare di più per le emergenze del Paese

Continuare sul percorso del dialogo e del confronto per migliorare la legge di bilancio, rispondendo alle richieste del Paese, in particolar modo a quelle di lavoratori e pensionati che sono i primi a pagare le conseguenze della crisi economica. Questa l’esortazione lanciata ieri dal palco dell’Auditorium del Massimo, a Roma, nel corso dell’Assemblea nazionale dei delegati e pensionati della Cisl. Un’assemblea organizzata a pochi giorni dall’incontro che la Confederazione di via Po, ha avuto col governo, insieme a Cgil e Uil, per fare il punto sulle richieste avanzate dalle parti sociali e sulle risposte che l’Esecutivo intende dare, contenute nella prossima manovra economica. Una manovra rispetto alla quale la Confederazione di via Po anche ieri è tornata ad esprimere il proprio giudizio, un po’ diverso rispetto agli altri due sindacati, fermamente convinti che lo sciopero sia la soluzione più giusta in questo momento. 
Una strada che, al contrario, la Cisl ha scelto di non percorrere, come riaffermato anche dai delegati che ieri mattina hanno preso la parola per portare all’attenzione dell’assemblea il pensiero della propria categoria, ognuno dei quali ha sottolineato l’importanza del confronto col governo al fine di apportare alla legge di bilancio quelle modifiche che possano rispondere alle priorità indicate nell’Agenda sociale che la stessa Cisl ha presentato qualche mese fa, alcune delle quali già recepite dal governo. Tra queste l'aumento dell'Isee a 15.000 euro per lo sconto in bolletta; il rafforzamento del pacchetto famiglia attraverso l’aumento dell'assegno per il nucleo familiare, insieme agli ulteriori 30 giorni di congedo parentale per le lavoratrici; il taglio del cuneo fiscale di un altro punto rispetto a quanto già fatto dal precedente governo Draghi; infine, l’eliminazione dello scalone di 5 anni della Legge Fornero, previsto dal primo gennaio 2023. 
E’ proprio partendo da queste considerazioni che, secondo la Cisl, risulta fondamentale proseguire sulla strada del dialogo, affinché alle luci rappresentate dal recepimento di alcune richieste, se ne possano affiancare altre, quelle che al momento sono ombre nel quadro d’insieme della manovra, motivo per il quale è necessario che il governo faccia di più su vari fronti: sulle pensioni, con la piena indicizzazione di tutti i trattamenti, e non solo di quelli fino a 4 volte il minimo; su Opzione donna, eliminando i paletti che sono stati posti alla norma; sull’esonero contributivo per l’assunzione di donne e giovani, prevedendo un aumento dell’importo; sulla flat tax, lontana da principi di equità e progressività.
"Sul piano emergenziale non si può dire che di aspetti positivi nella manovra non ce ne siano”: ha dichiarato il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra. “Considero estremamente importante aver destinato i due terzi della legge di bilancio all'emergenza energetica e alimentare, ma ora bisogna fare di più. Noi riteniamo che questo sia il tempo della responsabilità, indispensabile per affrontare un momento così difficile per l’Italia stretta nella morsa della crisi energetica, del rialzo dei prezzi e della guerra in Ucraina. Ci auguriamo che la manovra che sarà approvata possa contenere misure atte a rispondere a quelle che noi consideriamo le priorità del Paese, così come auspichiamo che quello avviato col governo sia un confronto permanente, da portare avanti anche dopo il varo della manovra, per affrontare i temi degli investimenti e delle riforme, a partire da previdenza e fisco, politiche attive, strategie industriali ed energetiche, sanità e politiche sociali, scuola e non autosufficienza, lotta alla povertà, sostenibilità”.
Anna Taverniti
 

( 15 dicembre 2022 )

Arte

Pericle, un Maestro a lungo dimenticato

Artista assolutamente non catalogabile secondo i canoni, le mode e le correnti artistiche del Novecento, non fu soltanto un pittore né fu unicamente un pensatore

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Le Acque Chete di Bonomi

Considerato uno tra i principali esponenti dell’arte Concettuale Ironica a livello internazionale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Bronzino ha immaginato e colto nel suo quadro Laura Battiferri come Petrarca vedeva la sua Laura

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2023 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it