Venerdì 12 aprile 2024, ore 15:50

Servizi socio-sanitari

Diritto alla salute coincide con sanità pubblica

Far coincidere il diritto alla salute con la sanità pubblica. Per realizzare questo obiettivo è stato firmato a Bologna il protocollo tra d’intesa tra la Conferenza territoriale sociosanitaria metropolitana, (organo che riunisce sindaci, distretti e assessorati regionali a Salute e Welfare), e Cgil-Cisl-Uil (con pensionati e categorie) sulle relazioni sindacali. 
Oggi più che mai il sistema ha bisogno di essere rafforzato e rilanciato anche per le falle di bilancio causate dalla pandemia e non ancora sanate dai fondi nazionali. Inoltre va allontanato il rischio di privatizzazione, condividendo con le istituzioni ogni progetto di riorganizzazione della rete ospedaliera. Bisogna assumere più personale pubblico e per questo - notano i firmatari dell’accordo - serve una nuova "iniezione di risorse". Occorre potenziare i distretti sanitari; le possibili fusioni o integrazioni di ospedali di aziende sanitarie sull'asse Bologna-Imola, delle quali si parla molto in questo periodo, restano sullo sfondo, ma andranno chiarite, prima o poi, anche relativamente agli effetti sul personale. 
L'accordo rinnova quello precedente, del 2014, e stimola ad una programmazione condivisa, verso l'approvazione del nuovo Atto di indirizzo e coordinamento triennale, anche in materia di anziani, disabili e caregiver. 
"Confronto, condivisione e collaborazione" con le istituzioni "sono indispensabili per affrontare oggi tematiche complesse come quelle sanitarie e sociosanitarie", evidenzia la vicepresidente della Ctssm, Erika Ferranti.
Gianni Monte della Cgil sprona a rilanciare il sistema pubblico e non esclude anche "azioni conflittuali per avere più personale".
Alberto Schincaglia della Cisl di Bologna e Imola ricorda, ad esempio, che "sono solo cinque le Case di comunità previste, non rinunceremo alla sesta nel quartiere Santo Stefano e a quella di Monte San Pietro". 
Michele Bertaccini della Uil Emilia-Romagna assicura, infine, che "il momento è estremamente difficile e questa firma rappresenta un buon punto di partenza per non fermarsi all'esistente". 
Sullo sfondo, ma fino a un certo punto, tiene banco la vicenda fusioni-integrazioni. I sindacati ricordano che non è uscito ancora alcun documento condiviso, da parte del gruppo di lavoro incaricato. "Non decidiamo comunque noi, ma seguiremo la Regione su priorità e indirizzi. Serve una legge dello Stato - concludono - che ancora non c'è.
Ce.Au.

( 29 marzo 2023 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Nel “Discorso sul metodo” Cartesio non fissa solo sul modello delle matematiche i principi del conoscere ma anche quelli della morale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un romanzo fatto di antieroi

Marco Lodoli torna in libreria con il suo nuovo attesissimo romanzo. Ambientato in un Liceo di periferia, la storia narra di una bidella che si innamora perdutamente del nuovo professore di Lettere

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Piero della Francesca. Il polittico agostiniano riunito

In mostra al Museo Poldi Pezzoli-Milano, per la prima volta nella storia, otto tavole provenienti da cinque musei internazionali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it