Martedì 28 maggio 2024, ore 13:15

Sindacato

I pensionati si mobilitano: in piazza il primo giugno

Il governo dimentica i pensionati ma i pensionati non dimenticano il governo. Anzi, tornano a mobilitarsi. Sabato 1 giugno saranno in piazza del Popolo a Roma e il 9 maggio in assemblea a Padova, Roma e Napoli. La mobilitazione, spiegano Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil, è una protesta contro “la totale mancanza di attenzione da parte del governo”. L’unica misura messa in campo, aggiungono i sindacati, “è il taglio della rivalutazione” delle pensioni, che partirà dal primo aprile, e a cui si aggiungerà “un corposo conguaglio che i pensionati dovranno restituire nei prossimi mesi”. La tanto sbandierata pensione di cittadinanza invece - proseguono Spi, Fnp e Uilp - finirà per riguardare “un numero molto limitato di persone e non basterà ad affrontare il tema della povertà”. Inoltre, “nulla è stato previsto sul fronte delle tasse, che i pensionati pagano in misura maggiore rispetto ai lavoratori dipendenti, e tanto meno su sanità, assistenza e non autosufficienza, che sono temi di straordinaria rilevanza per la vita delle persone anziane e delle loro famiglie e che necessiterebbero quindi di interventi e di risorse”. Il governo, concludono Spi, Fnp e Uilp, si è mostrato “del tutto sordo alle rivendicazioni dei pensionati, accusati addirittura di essere degli avari per aver osato protestare a fine dicembre contro il taglio della rivalutazione”

( 22 marzo 2019 )

La Biblioteca Ambrosiana

Uno scrigno prezioso

Oggi conta circa un milione di volumi a stampa, soprattutto di fondo antico (incunaboli e cinquecentine), e trentacinquemila manoscritti

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il passato remoto è il tempo ideale della narrazione e non a caso nelle coniugazioni verbali greche e latine veniva chiamato “perfetto”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

L’uomo giusto al momento sbagliato

La storia di Vincenzo Tiberio, il medico italiano che primo fra tutti, nel 1895, quindi 34 anni prima di Alexander Fleming, scoprì l’impor tanza di alcune muffe e sperimentò il loro potere antibiotico

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it