Giovedì 1 dicembre 2022, ore 8:28

Intese

In Enel si guarda al futuro puntando sulla sicurezza

Realizzare iniziative congiunte che puntano alla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. È questo l’obiettivo del protocollo di durata triennale che hanno sottoscritto Inail, Enel e i sindacati di categoria Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil. Tra le attività previste la progettazione di programmi di formazione del personale, l’analisi dei fattori di rischio nel contesto post pandemico e la sperimentazione di soluzioni ad alto tasso di innovazione.

La mole delle opere che dovranno essere realizzate con il Pnrr nel campo delle infrastrutture e dell’ammodernamento dei servizi e dei processi produttivi verso le nuove frontiere energetiche, tecnologiche e di sostenibilità sociale - si legge nella nota - richiede di moltiplicare gli interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza. A questo scopo l’Inail promuove azioni mirate per supportare le aziende e i grandi gruppi destinatari delle risorse del Pnrr, a partire dalla progettazione della fase operativa degli investimenti.

Enel ritiene strategica l’implementazione di politiche riguardanti la sicurezza sul lavoro, anche in un’ottica di gestione integrata delle diverse realtà che fanno parte dello stesso Gruppo e si impegna quindi a promuovere una sempre più estensiva diffusione di una solida cultura della sicurezza che garantisca un ambiente di lavoro sano a tutela di tutti i lavoratori della filiera dell’energia, anche attraverso il confronto esterno con gli stakeholder internazionali.

“Questo accordo conferma la nostra profonda attenzione alla tutela dei lavoratori - conferma il direttore di Enel Italia, Nicola Lanzetta -. In linea con quanto previsto nello Statuto della persona, firmato da Enel con i sindacati lo scorso 29 marzo, le azioni sviluppate nell’ambito del protocollo vedranno la partecipazione delle organizzazioni dei lavoratori, con l’obiettivo di consolidare una diffusa cultura della sicurezza in tutto il perimetro aziendale e nella filiera produttiva coinvolta, e di attuare e diffondere buone pratiche e soluzioni all’avanguardia per la tutela della salute e della sicurezza del lavoro. Per Enel la corretta attuazione del Pnrr e, di conseguenza, la crescita del Paese passano anche attraverso l’implementazione strategica di politiche che riducano i rischi di infortunio dei lavoratori, innovando i processi e valorizzando tutti gli attori della filiera. Il protocollo va proprio in questa direzione e ci consente di procedere spediti verso il raggiungimento degli obiettivi della transizione energetica, mettendo al centro la sicurezza delle persone e consolidando l’affidabilità di tutto il sistema”.

Soddisfatto anche il sindacato. “Con questo importante protocollo poniamo la persona al centro del tema sicurezza, e concretizziamo la partecipazione attiva del sindacato su questo tema fondamentale - sottolinea Amedeo Testa, segretario generale Flaei Cisl -. Promuovere una cultura della sicurezza è fondamentale per raggiungere l’obiettivo di zero infortuni e fermare, finalmente, il dramma delle centinaia di morti sul lavoro ogni anno. Enel deve essere all’avanguardia su questo tema, non solo rispetto ai propri dipendenti, ma anche riguardo le migliaia di lavoratori e imprese che quotidianamente operano nelle sedi e nei cantieri dell’azienda, dai fornitori agli appaltatori”. Per il sindacato la formazione, la comunicazione, la promozione della sicurezza, l’implementazione di nuove tecnologie a vantaggio del lavoratore saranno gli assi portanti dell’attuazione del protocollo. 

Sara Martano
 

( 16 novembre 2022 )

Mostre

De Chirico a Bologna: barocco e neometafisico

De Chirico supera i limiti dello sguardo, della logica e della ragione perché l’arte possa diventare “immortale”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

La Pradella della Pala Oddi

Realizzata per l’altare della famiglia Oddi nella chiesa di San Francesco al Prato, tra il 1502 e il 1504, è una delle tre importanti commissioni che il giovane Raffaello, non ancora ventenne, riceve a Perugia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Ennio Flaiano se n’è andato 50 anni fa, e il vuoto che lascia si allarga in maniera direttamente proporzionale all’inadeguatezza della congerie pseudoculturale che imperversa da allora. Peccato per chi è venuto dopo, che un Flaiano non l’ha più avuto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it