Sabato 8 agosto 2020, ore 7:45

Quotidiano di informazione socio‑economica

Decreto

Lavoratori e famiglie, dieci miliardi di ossigeno

Dalla cig per tutti, alla sospensione degli adempimenti fiscali, dai congedi parentali alle assunzioni in sanità. C’è di tutto nel decretone varato lunedì dal governo. Ma mancano, per ammissione dello stesso Conte, ancora molti interventi. Ad aprile è già annunciato un nuovo decreto per l’economia. L’esecutivo ha già varato 17 atti nella fase dell’emergenza e probabilmente si continuerà su questi ritmi ancora per molto.

Per ora il governo ha stanziato 25 miliardi e ne ha mobilitati 350. Circa 10 miliardi vanno al sostegno a famiglie, aziende e lavoratori in difficoltà; 3,5 miliardi vanno alla sanità.

Cig per tutti con 5 miliardi. Per garantire che ”nessuno perderà il lavoro” a causa del Coronavirus, il governo come ha più volte annunciato, mette sul tavolo circa 5 miliardi per estendere a tutte le imprese, anche con pochi dipendenti, la possibilità di richiedere gli ammortizzatori sociali. La ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha dettagliato che sono previste risorse per 1,3 miliardi per il Fondo di integrazione salariale e 3,3 miliardi per la cassa integrazione in deroga.

La cassa integrazione si potrà chiedere per 9 settimane anche se si è già raggiunto il limite per la richiesta, la Cigs si potrà bloccare e sostituire con la cassa ordinaria e la cassa in deroga verrà estesa a tutti i settori non coperti, compresi agricoltura e pesca, a eccezione del lavoro domestico. Per professionisti, collaboratori, autonomi, lavoratori stagionali e dello spettacolo arriva invece una indennità di 500 euro una tantum.

Congedi per i genitori, permessi per i disabili: Arrivano come annunciato i ”congedi speciali” per i genitori con i figli piccoli (under 12) costretti a casa per la chiusura delle scuole. Si potranno chiedere massimo 15 giorni (da dividere tra mamma e papà) vedendosi garantito il 50% della retribuzione. In alternativa c’è la possibilità di richiedere un voucher babysitter da 600 euro, che diventano 1.000 per medici, infermieri, operatori sanitari e ricercatori. Previste maggiori tutele per chi accudisce disabili: non ci saranno limiti di età per chiedere il congedo straordinario e si potranno richiedere sia a marzo sia ad aprile 12 giorni al mese in più di permessi da legge 104. In più, visto che si prevede la chiusura anche di tutti i centri diurni che si occupano di disabilità (le assenze non saranno contate e non si perderà, quindi, il diritto di frequenza), si aumentano le tutele e saranno individuate, in sostituzione, anche prestazioni domiciliari.

Mutui prima casa, sospensione anche per autonomi. Arriva anche l'attesa sospensione delle rate di mutui e dei prestiti, con garanzie pubbliche (capitolo da 5 miliardi). ministro dell’Economia, Gualtieri, ha indicato l'intervento statale ”sia con il potenziamento del Fondo di garanzia, sia con il meccanismo del Fondo Gasparrini per la sospensione delle rate dei mutui dei lavoratori autonomi, o di chi ha perso il lavoro, sia con una garanzia pubblica che può consentire al sistema bancario di sospendere le rate dei prestiti o di estendere i finanziamenti”. Il cosiddetto Fondo Gasparrini consente la sospensione delle rate del mutuo sulla prima casa fino a 18 mesi. L’accesso al fondo viene esteso, come detto, oltre a chi perde o si vede ridotto il lavoro da dipendente, anche a professionisti e autonomi che autocertifichino un calo di fatturato di almeno il 33%. Si elimina il vincolo della presentazione dell’Isee (attualmente previsto fino a massimo 30mila euro).

Bonus lavoratori. A marzo, i lavoratori dipendenti con reddito annuo inferiore a 40 mila euro, che svolgano la propria prestazione sul luogo di lavoro, avranno un bonus di 100 euro esentasse.

I. S.

( 17 marzo 2020 )

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it