Domenica 14 agosto 2022, ore 12:22

Lavoro

Lazio: la crisi di governo affossa le speranze di ripresa

La crisi di governo rischia di affossare le speranze di ripresa anche nella nostra Regione dove si profila una estate torrida sul piano sociale ed un autunno con grandi incognite sul piano economico ed occupazionale. Lo afferma, accorato, Enrico Coppotelli alla guida della Cisl Lazio. 
Ha ragione il nostro segretario generale Luigi Sbarra - prosegue - quando afferma: “Quanto sta accadendo in Italia è incommentabile, avvilente, la crisi peggiore nel momento più difficile per lavoratori, pensionati, famiglie, imprese. Speriamo in un sussulto di responsabilità del Parlamento e di tutte le forze politiche”.
E purtroppo c’è da essere preoccupati anche per le ricadute che ci sarebbero nel Lazio, in prima battuta per la sanità. Ammesso anche che vada in porto lo schema di stabilizzazione che è stato concordato per i 3.500 precari - ragione il sindacalista - mancherebbero comunque sempre 7mila addetti nelle ASL del Lazio. Pensiamo solo al miglioramento della qualità delle cure per i cittadini, ma anche all’occupazione e all’effetto moltiplicatore sui consumi, sul gettito tributario, sulla serenità di poter programmare il futuro. In una parola: alla ripartenza. 
Per quanto riguarda i temi delle transizioni previste nel PNRR - prosegue - rischiamo come Lazio di perdere opportunità irripetibili.
C’è il ruolo della PA, soprattutto quella locale, centrale nell’implementazione di Italia digitale 2026, che consente alle amministrazioni di richiedere i fondi dedicati alla transizione digitale soprattutto per efficientare i servizi e migliorare la qualità del lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori della PA. Poi il tema energetico, un recente studio della Camera di Commercio di Viterbo e Rieti ha fatto emergere come, a fronte di un Pil cresciuto nel 2021, si è arrivati ad una ricaduta a causa dei costi dell’energia e delle materie prime e dell’incertezza dei mercati. La situazione nell’Alto Lazio non è certo tanto differente da quella del resto della Regione. I dati sull’occupazione femminile - ricorda Coppotelli - (20 punti in meno rispetto a quella maschile) e giovanile (gap ancora maggiore) si aggiungono alla carenza di specializzati. E in un contesto del genere una crisi di Governo al buio avrebbe effetti devastanti. Come Cisl del Lazio crediamo poi che occorra rimettere al centro il tema energetico nella Regione. È il tema del momento e si rischia continuare solo a gestire la crisi senza programmare lo sviluppo.
Per la Cisl del Lazio le tre aree strategiche prioritarie, nell’ambito degli interventi del Pnrr, sono la transizione digitale, ecologica e il tema dell’inclusione sociale. Una crisi di governo adesso taglierebbe la gambe a ogni ipotesi di innovazione, di rilancio, di adeguamento. Impossibile non essere preoccupati. In quello stesso studio emerge il disallineamento tra domanda e offerta di lavoro. Nel Lazio ammonta al 26% la quota delle entrate di difficile reperimento. Meglio della media nazionale (34%), ma in costante aumento (nel 2019 era al 21%). 
Il difficile reperimento è dovuto sia alla mancanza dei profili ricercati sia all’inadeguata preparazione dei candidati. I settori che ne risentono maggiormente sono la meccatronica, la metallurgia, l’elettromedicale, l’ICT e le costruzioni. costi dell’energia. 
Ce.Au.

( 18 luglio 2022 )

Libri

Gioia del palato... e non solo

Il cibo non è soltanto gioia del palato, ma espediente per ricordare, collocare, identificare: i sapori in determinati contesti contribuiscono a rafforzare immagini, fisiche o mentali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il rovescio della medaglia della nuova ondata di ossigeno che risolleva il nostro turismo ha la faccia degli italiani per i quali le ferie resteranno un miraggio

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Marilyn nella Guerra Fredda

Tutta la carriera di Marilyn Monroe, si consumò nella fase più acuta della Guerra Fredda. Nel 1954, era a Seul, per intrattenere i Marines che combattevano in Corea

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it