Domenica 14 agosto 2022, ore 11:58

Lavoro

Milano: nuove competenze per stare al passo con i tempi

Le competenze servono ad entrare nel mondo del lavoro, ma vanno aggiornate costantemente per rimanere in un’azienda o spostarsi in un’altra. La formazione è al centro dal report “Il lavoro a Milano”, realizzato da Assolombarda e Cgil, Cisl e Uil territoriali, analizzando i progetti di oltre 800 imprese di Milano, Monza, Lodi e Pavia (dati 2021), che stanno investendo per riqualificare i propri dipendenti, anche alla luce delle difficoltà a reperire candidati con le caratteristiche richieste dal mercato. Difficoltà che in Lombardia riguardano il 40% delle ricerche, con punte del 50% fra gli operai specializzati. 
“L’analisi evidenzia la crescente attenzione delle aziende alla qualificazione del capitale umano - osserva il vicepresidente dell’associazione imprenditoriale, Diego Andreis -. L’obiettivo di questi investimenti è quello di renderle in grado di affrontare i cambiamenti e i nuovi equilibri generati dalla trasformazione digitale. Aumenta la domanda di lavoro qualificato: ai lavoratori vengono richieste, in particolare, capacità di adattamento proattivo e capacità di leggere i fenomeni nella loro complessità con un approccio interdisciplinare. Le imprese che risulteranno più competitive in futuro saranno quelle che sapranno coniugare meglio innovazione digitale e investimenti strategici in formazione continua”.
Sono state 822 le aziende che hanno presentato complessivamente 998 piani di formazione per accedere ai finanziamenti previsti dai fondi interprofessionali. La gran parte (62%) appartiene alla classe dimensionale intermedia (26-249 dipendenti), mentre si conferma marginale la quota di imprese di grandi dimensioni (250 dipendenti e oltre) che utilizza questo canale.
“In un mercato del lavoro in rapida trasformazione, la formazione continua è sempre più importante - commenta il segretario generale della Cisl milanese, Carlo Gerla -. Le persone, nel corso della vita professionale, si troveranno a cambiare spesso sia azienda che mansioni e posizioni. Le competenze diventano in fretta obsolete e per questo è fondamentale mantenerle aggiornate. Chi non si riqualifica rischia di perdere ruolo nell’organizzazione interna, se non addirittura il posto, e incontrerà maggiori difficoltà nella ricerca di un nuovo lavoro, soprattutto di qualità. Dobbiamo agire insieme, sindacati e imprese, per superare qualche resistenza culturale che permane ancora oggi e ostacola una più capillare diffusione delle attività formative”.
Degli oltre 200mila dipendenti, quelli coinvolti in piani di formazione sono stati quasi 21mila, ovvero il 10,3% degli organici, per un numero di ore erogate pari a 1.185.878 (51,3 ore per partecipante). La formazione ha interessato principalmente figure impiegatizie (personale di front office, contabili, impiegati generici) e tecniche (tecnici specializzati in ingegneria e nel life science, tecnici informatici e amministrativi), ma anche operai specializzati, in particolare metalmeccanici, che le imprese faticano a reperire sul mercato. Le ore dedicate al rafforzamento delle conoscenze si sono concentrate sulle materie amministrative (38%) e tecnologiche (24%); seguono marketing ed economia, ma anche team building, comunicazione e pubbliche relazioni, problem solving e controllo qualità. 

Mauro Cereda
 

( 3 agosto 2022 )

Libri

Gioia del palato... e non solo

Il cibo non è soltanto gioia del palato, ma espediente per ricordare, collocare, identificare: i sapori in determinati contesti contribuiscono a rafforzare immagini, fisiche o mentali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Il rovescio della medaglia della nuova ondata di ossigeno che risolleva il nostro turismo ha la faccia degli italiani per i quali le ferie resteranno un miraggio

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Marilyn nella Guerra Fredda

Tutta la carriera di Marilyn Monroe, si consumò nella fase più acuta della Guerra Fredda. Nel 1954, era a Seul, per intrattenere i Marines che combattevano in Corea

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it