Giovedì 29 febbraio 2024, ore 14:07

Spettacolo

Sanremo: al Festival non sono solo canzonette

L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro e se lo afferma la Costituzione è quanto di più alto e nobile ci sia. Imprenditori geniali, lavoratori di grande professionalità e di smisurato impegno lo dimostrano. Poi si dice che il nostro Bel Paese sia pure terra di santi, poeti e navigatori, cui aggiungerei di cantautori. Perché il “made in Italy”, nostro orgoglio nazionale, non è solo nel produrre e disegnare ma anche nell’arte canora. Tanto che il Festival di Sanremo è icona mondiale di quelle che “non sono solo canzonette”. Tutto ciò tuttavia fa parte del costume, della cronaca e persino della tradizione cui noi non rinunceremmo mai. La manifestazione canora attesa come si aspetta il Natale e, seppur molto più laicamente, data da segnare sul calendario analogamente alle feste comandate, porta molto lavoro sulle sponde occidentali del Mar Ligure, essendo fatto economico e sociale di grande rilevanza. Tanto che Giorgio Merlino, segretario generale Fistel Cisl Liguria conferma che “come Fistel Cisl Liguria ci troviamo a pieno titolo coinvolti con l’evento Festival della Canzone italiana di Sanremo. Sindacalmente parlando seguiamo dai dipendenti Rai, alle radio e tv private, dagli artisti ai professori d’Orchestra, dalla aziende di Telecomunicazione ai Cinema e Teatri; tutte realtà che prestano servizio in questo evento”. Momento importante e persino essenziale nella città dei Fiori, del Festival e della classica ciclistica numero uno dopo il Giro, la Milano-Sanremo. E sul Festival Merlino osserva come “di per se l’evento inizia già con Sanremo Giovani e Area Sanremo che, seppur con economie meno importanti vede già coinvolto del personale, ma il massimo dell’impegno e del ritorno occupazionale ed economico è sicuramente nella settimana del Festival”. Tuttavia non è tutto così positivo: “Per essere realistici però - spiega il sindacalista - a parte pochissime aziende tra cui la Rai, il Festival ha una ricaduta economica e occupazionale minima nei settori che citavo sopra. Per fare un esempio il lavoro per gestire il Festival viene, in linea generale, svolto con il personale stabile e una parte di tempi determinati/atipici, una situazione che nel tempo, con la riduzione dell’occupazione stabile, vede le maestranze lavorare con maggior fatica; è vero che la tecnologia ha e sta cambiando molto l’attività lavorativa ma nel campo dello spettacolo molto è ancora rimasto in capo al lavoratore”. Realismo e pragmatismo che spinge il cislino ad osservare in faccia gli aspetti economici: “Faccio un solo esempio - insiste Merlino - la Fondazione Sinfonica di Sanremo, dai dati di bilancio del 2022 ha degli utili dal Festival che si aggirano a meno di 100 mila euro, una cifra che non è da non considerare ma che visto l’evento dovrebbe essere superiore, come i compensi per i professori d’orchestra impegnati, che non sono adeguati con l’impegno artistico richiesto”. La gara canora, tuttavia, sottolinea il leader ligure Fistel Cisl, ha come dato “più importante che il Festival alza una attenzione particolare verso Sanremo e Provincia, ad esempio da parte delle aziende di Tlc che hanno interesse a portare nuove tecnologie anche solo come promozione; penso al Teatro Ariston che catalizza spettatori anche durante l’anno; è probabilmente l’aspetto che potrebbe dare ricadute sul mondo del lavoro anche finita la settimana di febbraio. Il mio è un auspicio perché poi nel concreto, come sindacato, facciamo molta fatica a convincere le aziende ad investire sull’occupazione e in particolare sulla formazione dei dipendenti per renderli sempre più impegnati su eventi così complessi dal punto di vista della gestione ma anche dell’innovazione”.
Dino Frambati
 

( 5 febbraio 2024 )

Mostre

La cartografia e la famiglia De Agostini

 Le carte geografiche della De Agostini hanno segnato un’in tera epoca, a cui oggi, nel mondo dominato dalla digitalizzazione e dai satellitari, guardiamo con una certa nostalgia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Eventi

Torna Milano MuseoCity

Dal primo marzo la manifestazione promossa dal Comune con l’obiettivo di valorizzare gli spazi espositivi della città e del territorio limitrofo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Il capolavoro scomparso

“Il collezionista” è la riprova del talento di Daniel Silva e la conferma che la letteratura di spionaggio costituisce l’unica forma letteraria di rilettura e interpretazione geopolitica di questa epoca

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it