Martedì 15 ottobre 2019, ore 7:06

Quotidiano di informazione socio‑economica

Istruzione

Scuola, intesa tra sindacati e Miur: 50mila assunzioni

Dopo una dura trattativa, funestata dalle divisioni interne al M5S sulla materia e dal cambio di governo, sindacati e Miur hanno trovato l’accordo sul reclutamento nella scuola. A partire dal primo settembre il ministero assumerà circa 50.000 docenti, di cui almeno 24.000 precari con oltre 3 annualità di servizio. Maddalena Gissi, segretaria generale della Federazione Scuola, Università e Ricerca Cisl, ricorda che il risultato “non era affatto scontato” e che è occorsa una “complessa fase di confronto con interlocutori diversi, su una materia estremamente delicata e nella quale è sempre difficile individuare i necessari punti di equilibrio”.

Si tratta dunque di “una buona mediazione”, che permette di “salvaguardare l’obiettivo per noi prioritario, offrire ai docenti precari opportunità di stabilizzazione del proprio rapporto di lavoro, di vedere valorizzata l’esperienza professionale maturata”. Nello stesso tempo, evidenzia Gissi, l’intesa “apre a percorsi di conseguimento dell’abilitazione in tempi più rapidi e con procedure molto meno onerose”.

Ci sarà dunque un concorso straordinario, riservato a chi ha tre anni di servizio nella scuola statale, e al quale saranno destinati almeno 24.000 posti. Le prove concorsuali, conformi a una procedura di carattere straordinario rivolta a chi è già da tempo attivo sul campo, prevedono una prima prova “computer based”, con quesiti a risposta multipla; gli esiti della prova determinano la graduatoria di merito. I vincitori sono ammessi a un periodo di prova che si conclude con un orale in cui dovranno dimostrare di saper progettare e condurre una lezione. Chi supera la prova concorsuale ma non risulta tra i vincitori (cioè tutti coloro che eccedono i 24.000 posti messi a concorso), può accedere a una prova selettiva abilitante. La definizione di percorsi strutturali di formazione e abilitazione del personale docente, spiega la sindacalista, sarà oggetto di un disegno di legge collegato alla legge di bilancio, “da stilare a seguito di un confronto approfondito con le organizzazioni sindacali”.

“Non può sfuggire - aggiunge Gissi - l’importanza di vedere accolta la nostra richiesta di individuare in via ordinaria, e non solo a carattere transitorio, percorsi per il conseguimento dell’abilitazione”.

Nel decreto legge sarà inoltre previsto il bando di un concorso a posti di DSGA destinato in modo particolare agli assistenti amministrativi facenti funzione per almeno tre anni negli ultimi otto, anche in deroga al requisito della laurea.

L’intesa prevede anche l’avvio immediato di tavoli tematici sulle questioni che dovranno essere affrontate in legge di bilancio, a partire dalla semplificazione amministrativa per le istituzioni scolastiche e educative, mentre un tavolo specifico sarà immediatamente attivato presso l’Ufficio di Gabinetto sul problema dei docenti diplomati.

“Per noi - spiega la segretaria generale - la richiesta è di estendere al 2019/20 quanto prevede il decreto dignità, a salvaguardia della continuità didattica e per evitare difformità di trattamento dei docenti derivanti dalla variegata tempistica delle diverse pronunce dei Tar. Tutto ciò naturalmente rispettando i diritti dei controinteressati. Ci attendiamo una convocazione in tempi rapidissimi, si tratta di una questione da affrontare con la massima tempestività”.

Giudizio positivo anche da parte di Annamaria Furlan. La segretaria generale della Cisl sottolinea che “il dialogo tra il governo e il sindacato ha prodotto ”un importante risultato “che migliorerà la qualità della nostra scuola e le aspettative di studenti e famiglie”.

( 2 ottobre 2019 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it