Martedì 16 luglio 2024, ore 8:20

Lavoro

Trasporti: patto con i sindacati europei per migliorare il lavoro

Accordo di collaborazione tra le federazioni sindacali Fit Cisl (Italia), CSC-Transcom (Belgio), FeSMC-UGT (Spagna), FGTE-CFDT (Francia) e LCGB (Lussemburgo), tutte appartenenti al settore dei trasporti e dei servizi, siglato giovedì pomeriggio a Roma. Le federazioni, attraverso questa intesa, attivano un processo di maggiore cooperazione per difendere e tutelare i legittimi interessi delle lavoratrici e dei lavoratori che rappresentano nei vari settori in cui operano. A darne notizia la Fit-Cisl. “La collaborazione - prosegue la Fit - consentirà alle organizzazioni firmatarie e, conseguentemente, a tutti i rappresentanti e ai delegati sindacali, di beneficiare di una maggiore copertura sindacale e sostegno, oltre all’attenzione legale verso gli iscritti, qualora svolgano la loro azione sindacale nei diversi paesi che compongono questa alleanza, o in qualsiasi organismo europeo o internazionale”. “Il settore dei trasporti è uno dei pilastri fondamentali che consente la libera circolazione di persone, merci e servizi nel mercato unico europeo. Riconoscendo che i lavoratori dei trasporti sono attori essenziali della politica internazionale della mobilità e tenendo conto delle sfide che devono affrontare, come la giusta transizione, la digitalizzazione e l'intelligenza artificiale - spiega ancora la Fit-Cisl - le Federazioni che hanno sottoscritto il patto di stretta collaborazione si sono accordate per: continuare a migliorare le relazioni a livello europeo e nazionale, attraverso scambi di buone pratiche, studi, ricerche congiunte, esperienze acquisite sul campo e, ove possibile, cooperazione attraverso progetti europei; attuare un regolare scambio di informazioni al fine di definire una strategia comune; aiutarsi a vicenda e mostrare solidarietà in caso di controversie con i datori di lavoro e/o le organizzazioni dei datori di lavoro, sviluppando azioni condivise”. “Mai come ora - dichiara il segretario generale Fit-Cisl, Salvatore Pellecchia - di fronte all’esigenza di prevedere la partecipazione dei lavoratori alla gestione delle imprese, che rappresenta una necessità imprescindibile per consolidare e implementare i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, serve un fronte comune, a livello europeo e internazionale, per riaffermare la dignità del lavoratore adottando un approccio sistemico che rafforzi la rappresentanza in tutti i luoghi di lavoro e a vario livello, secondo una logica di sinergia e collaborazione che riconosca e riaffermi la centralità della persona”. “Confidiamo di sottoscrivere e rafforzare nuove intese anche con altre organizzazioni sindacali che ne condividono il contenuto, la visione e i valori, aggiornandole e arricchendole, di volta in volta, per stare al passo con le novità e i cambiamenti che riguardano il settore dei trasporti - conclude la Fit-Cisl - affrontando le nuove sfide di un mondo del lavoro in costante evoluzione”. Intanto la Fit commenta positivamente anche la notizia relativa all’ottenimento da parte di Anas della certificazione per tre norme internazionali: ISO 14001 (sistema di gestione ambientale), ISO 45001 (sistema di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro) e ISO 39001 (sistema di gestione della sicurezza del traffico stradale). "Si tratta di risultati importanti - sottolinea - conseguiti anche grazie all’apporto indispensabile di lavoratrici e lavoratori i quali, con il loro impegno, professionalità e know-how, hanno consentito all’azienda di compiere passi in avanti e di raggiungere livelli sempre più elevati di qualità, sostenibilità e sicurezza in un segmento strategico per lo sviluppo infrastrutturale del nostro Paese". Obiettivi non scontati - sottolinea la Federazione dei trasporti cislina - che mettono al centro il valore di relazioni sindacali costruttive, come quelle instaurate in azienda, che contribuiscono al successo aziendale di Anas e costruire e garantire il benessere dei dipendenti, valorizzandone le capacità e promuovendo una organizzazione e gestione del lavoro più efficace e performante, secondo una logica di piena partecipazione e condivisione che costituisce il modello più evoluto di relazioni industriali”.
Cecilia Augella

( 21 giugno 2024 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Un provvidenziale viatico per esplorare in lungo e in largo le innumerevoli potenzialità del tomismo, il suo lascito semantico lungo e prezioso

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un’originale escursione letteraria

Interessante excursus che sviluppa il confronto tra due mondi che la storia ha da sempre visto come contrapposti, Francia e Germania

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Muoversi fra il reale e il fantastico

L’aristocratica, il cavaliere, il religioso sono solo alcuni dei personaggi che si incontrano fra le pagine di “Viaggiare nel Medioevo” 

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it