Giovedì 1 dicembre 2022, ore 8:33

Industria

Acciaierie d’Italia: lunedì sciopero in tutti gli stabilimenti del gruppo

Quattro ore di sciopero lunedì in tutti gli stabilimenti del gruppo ex Ilva. Lo hanno deciso i sindacati di categoria Fim, Fiom, Uilm al termine dell’incontro al Ministero per le Imprese e il Made in Italy sul futuro di Acciaierie d’Italia. “Il siderurgico di Taranto è sul punto di spegnersi e quando si spegne non si riaccende più come una normale catena di montaggio - afferma Roberto Benaglia, segretario generale Fim Cisl, al tavolo   con gli enti locali ed i ministri Adolfo Urso e Marina Calderone -. Chiediamo di approfondire la situazione  anche con incontri bilaterali  per provvedere a quelle che sono le disponibilità sugli stanziamenti economici e le responsabilità del Governo e dello Stato per riequilibrare una joint venture che non può aspettare il 2024 e che oggi sta trascinando alla chiusura il siderurgico. Noi non siamo fermi davanti a questa prospettiva. Bisogna fare un grande atto politico con ArcelorMittal”.

Da parte loro i ministri hanno assicurato che non abbandoneranno i lavoratori e verranno usati tutti gli strumenti di cui si potrà disporre per tutelare il reddito. Il riferimento non è solo all’indotto di Taranto e a quei 2mila lavoratori a rischio dopo lo stop all’attività di 145 aziende fino al 16 gennaio ma che ai 1.600 lavoratori dell’ex Ilva a cui scadono gli ammortizzatori sociali. Intanto sarà confermata anche per il 2023 la cassa integrazione straordinaria per il personale che non assunto da ArcelorMittal prima e da Acciaierie d’Italia dopo, è rimasto in carica a Ilva in amministrazione straordinaria, la società proprietaria degli impianti. La conferma riguarda l’integrazione salariale alla cassa a zero ore. Integrazione finanziata per il 2022 con 19 milioni di euro. I dipendenti di Ilva in amministrazione straordinaria sono circa 1.600 e la loro mancata riassunzione in azienda è per i sindacati un altro dei punti non adempiuti da Mittal. 

Il ministro Urso auspica che l’azienda riconsideri a breve la sospensione relativa alle 145 imprese appaltatrici di Acciaierie d’Italia e ha chiesto tempo rispetto al  miliardo di euro inserito per l’ex Ilva nel dl Aiuti Bis e affidato a Invitalia, partner pubblico di minoranza di Mittal in Acciaierie d’Italia. “Comunque il vertice di oggi - ha assicurato Urso - è stato solo il primo  di una serie di convocazioni”. Anche perché oggi non c’era nemmeno l’azienda.

Sara Martano
 

( 17 novembre 2022 )

Mostre

De Chirico a Bologna: barocco e neometafisico

De Chirico supera i limiti dello sguardo, della logica e della ragione perché l’arte possa diventare “immortale”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

La Pradella della Pala Oddi

Realizzata per l’altare della famiglia Oddi nella chiesa di San Francesco al Prato, tra il 1502 e il 1504, è una delle tre importanti commissioni che il giovane Raffaello, non ancora ventenne, riceve a Perugia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Ennio Flaiano se n’è andato 50 anni fa, e il vuoto che lascia si allarga in maniera direttamente proporzionale all’inadeguatezza della congerie pseudoculturale che imperversa da allora. Peccato per chi è venuto dopo, che un Flaiano non l’ha più avuto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it