Lunedì 6 dicembre 2021, ore 16:34

Quotidiano di informazione socio‑economica

Call center

Almaviva Palermo, nulla di fatto: negata la clausola sociale

Clausola sociale negata ai lavoratori del call center Almaviva di Palermo. Oltre 600 rischiano il posto di lavoro nella transizione da Alitalia a Ita. "Dall'incontro concluso ieri pomeriggio al ministero non è uscito un quadro che sancisca una responsabile, sostenibile e coerente applicazione della clausola sociale. Ci si aspettava un progetto rapido di assorbimento senza scorciatoie di tutto il personale coinvolto. Invece questo progetto, a quattro giorni dalla chiusura della commessa Alitalia, e' fermo a un niente di fatto", ha detto l'assessore al lavoro del Comune di Palermo, Giovanna Marano. La societa' pubblica Ita spa (Italia Trasporto Aereo) ha assegnato alla societa' Covisian la gara per il servizio di gestione dell'assistenza clienti, sostitutivi di quelli in capo ad Alitalia, ma senza applicare la clausola prevista per il settore dei call center che riconosce il diritto alla prosecuzione del rapporto di lavoro con il nuovo fornitore. All'incontro erano presenti il sindaco Leoluca Orlando, l'assessora Giovanna Marano, il direttore generale del Ministero del Lavoro, Romolo de Camillis; Elisabetta Ceschi, capo di gabinetto del ministro del Lavoro Andrea Orlando. E poi i rappresentanti di Covisian, Almaviva e Ita. "Insistiamo nel chiedere per ragioni giuridiche e sociali l'applicazione della clausola sociale prevista peraltro dalla legge e che dunque deve considerarsi vincolante per Covisian", ha detto il sindaco. "Il Governo - ha proseguito - intervenga non avallando la violazione di legge da parte di ITA, societa' a totale partecipazione pubblica e imponga a Covisian, anche tramite ITA, di sospendere subito e di non procedere ad assunzioni inammissibili e illegittime fuori dal perimetro dei lavoratori Almaviva addetti al servizio call center Alitalia".

"Ancora una volta - hanno affermato, dal canto loro, i sindacati - la proposta avanzata da Covisian che prevede tempi di assorbimento troppo lunghi, riduzioni orarie e penalizzazioni economiche inacettabili per i lavoratori, oltre all'utilizzo dell'ammortizzatore sociale, non e' stata ritenuta accettabile. Le organizzazioni sindacali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Ugl Tlc hanno diffidato Covisian dal procedere con assunzioni dirette, a maggior ragione se con trattativa privata di personale che fa parte del bacino di lavoratori Almaviva - Alitalia". "Tale comportamento - proseguono le sigle sindacali - potrebbe compromettere la trattativa in corso che vede impegnate tutte le parti in causa. Il peso politico del Comune di Palermo nelle persone del sindaco Leoluca Orlando e dell'assessora Giovanna Marano, e' stato importante nella richiesta effettuata congiuntamente con le organizzazioni sindacali dell'applicazione di una legge dello Stato clausola sociale). Almaviva ha dichiarato che i lavoratori della commessa Alitalia dal 15 Ottobre saranno in ammortizzatore sociale a 0 ore".
Ce.Au.

( 11 ottobre 2021 )

Mostre

Tania Bruguera: l’arte al servizio del sociale

Una delle artiste più influenti del nuovo secolo approda a Milano presso il PAC con la mostra “La verità anche a scapito del mondo” 

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Artemisia dipinse quattro volte Giuditta, l'eroina biblica che nel 590 a. C salva il popolo ebraico dall’assedio dell’esercito assiro guidato da Oloferne

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Filosofia

Gadamer: il carattere pubblico del vero

In Verità e metodo (1960), è espressa sin dall’incipit la necessità di una non assolutizzazione del valore di verità della conoscenza tecnico-scientifica. Nel contempo avviene il recupero del valore di verità delle scienze dello spirito

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it