Venerdì 3 dicembre 2021, ore 13:24

Quotidiano di informazione socio‑economica

Commercio

Carrefour e le altre: migliaia di posti di lavoro in ballo

Al via da ieri lo stato di agitazione per circa 15mila dipendenti di Carrefour Italia. Si tratta della prima iniziativa di mobilitazione indetta dai sindacati di categoria Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs a seguito del contestato piano di ristrutturazione annunciato il 1 ottobre scorso dal Ceo della multinazionale Christophe Rabatel. La riorganizzazione prevede 615 Full Time Equivalent in esubero (corrispondenti a circa 770 lavoratori) e la cessione in franchising di 106 punti vendita, tra 82 express e 24 market (di cui 41 in Lombardia, 18 in Campania, 17 in Liguria, 16 nel Lazio, 6 in Toscana, 4 in Emilia Romagna, 3 in Piemonte e 1 in Abruzzo). I sindacati, nella lettera trasmessa alla direzione societaria, puntano il dito contro l'assenza di indicazioni "circa i criteri adottati dall'azienda per giungere a questa quantificazione" dell'esubero, peraltro "omettendo quali saranno i negozi da dismettere e bypassando un confronto di merito in ordine alle garanzie ed alle tutele per i lavoratori che attualmente operano nei negozi". I sindacati stigmatizzano anche la mancanza di un "piano di rilancio convincente sulla rete vendita diretta, poiché ciò che Carrefour chiama sviluppo consiste unicamente nella programmazione di nuove attività affidate in gestione ad aziende terze e in un'ennesima procedura di licenziamento collettivo che si aggiunge a precedenti interventi che hanno ridotto l'organico diretto e peggiorato le condizioni di lavoro". Sono oltre 4 milioni e mezzo di lavoratori in attesa del rinnovo settoriale dopo il lungo stop delle trattative dettato dalla pandemia - interviene Davide Guarini, leader Fisascat Cisl, durante il Consiglio Generale di categoria. Sono i lavoratori del terziario distribuzione e servizi, della distribuzione moderna organizzata, della distribuzione cooperativa, del turismo e della ristorazione commerciale, della vigilanza privata e del terzo settore socio sanitario assistenziale. Sullo sfondo poi le principali vertenze che interessano migliaia di addetti nel settore della distribuzione commerciale, coinvolti dalle riorganizzazioni aziendali, come nel caso dei lavoratori della catena tedesca di profumerie Douglas, o, dei dipendenti di Disney Store, coinvolti dalla decisione del marchio statunitense di abbandonare l’Italia. Da ultimo - puntualizza - il piano di ristrutturazione “lacrime e sangue” annunciato nelle scorse settimane dalla multinazionale della grande distribuzione organizzata Carrefour, con circa 800 esuberi e la cessione di 106 negozi, dove la stima dei lavoratori che si perderanno lungo la strada della trasformazione in franchising dei negozi si aggira intorno alle mille unità, senza tralasciare il totale abbandono della gestione diretta nel Sud Italia. Per il sindacalista "in uno scenario caratterizzato dalla ripresa inflazionistica e dal rischio di un ulteriore spinta che la crisi generata dalla pandemia da Covid potrebbe imprimere al dumping salariale, occorre attribuire una nuova vitalità alla funzione macroeconomica della contrattazione collettiva e costruire una politica salariale in grado di generare aumenti sufficienti a tutelare il potere di acquisto e sostenere in tal modo i consumi interni".

Ce.Au.

( 12 ottobre 2021 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Artemisia dipinse quattro volte Giuditta, l'eroina biblica che nel 590 a. C salva il popolo ebraico dall’assedio dell’esercito assiro guidato da Oloferne

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Filosofia

Gadamer: il carattere pubblico del vero

In Verità e metodo (1960), è espressa sin dall’incipit la necessità di una non assolutizzazione del valore di verità della conoscenza tecnico-scientifica. Nel contempo avviene il recupero del valore di verità delle scienze dello spirito

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

La generazione perduta di Steinbeck

In tutti i suoi racconti c’è un’attenzione particolare sui temi sociali e in particolare sui conflitti tra lavoratori e ricchi borghesi

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it