Giovedì 22 febbraio 2024, ore 3:01

Lavoro

Manifestazione sabato 20: lavoratori e sindacati pronti a scendere in piazza

Battute finali per la campagna di assemblee sui territori e nei luoghi di lavoro promossa da Cgil, Cisl e Uil della Campania per informare e chiamare a raccolta i lavoratori, cittadini e pensionati in vista della manifestazione unitaria di sabato 20 a Napoli che vedrà protagoniste, dopo le piazze di Bologna e Milano, le regioni del Mezzogiorno sulle proposte dei sindacati confederali al Governo. Le ultime riunione quella alla Leonardo di Pomigliano D’Arco, poi lo stabilimento Garofalo di Gragnano. “La crisi del settore industriale è sotto gli occhi di tutti, decine di vertenze aperte, fabbriche che rischiano la chiusura, altre hanno fermato già l'attività produttiva lasciando gli operai senza lavoro. E molte delle crisi aperte rischiano di concludersi in maniera diversa dalla ex Whirlpool, con la fuoriuscita dal mercato del lavoro di migliaia di lavoratrici e lavoratori, senza contare gli altri comparti, come manifatturiero, turismo, per citarne solo alcuni la cui sofferenza è strutturale”. E’ quanto ha affermato Gianpiero Tipaldi, segretario generale della Cisl di Napoli parlando nell’azienda di Pomigliano ed al Pastificio Garofalo. “Il 20 Cgil, Cisl e Uil manifestano unitariamente a Napoli anche per nuove politiche attive e industriali che siano utili ad attuare la cosiddetta transizione ambientale e sostenibile, per il futuro delle giovani generazioni che vanno via dal Mezzogiorno e anche dal Paese e che rappresentano uno degli elementi che porta il calo demografico e l’invecchiamento della popolazione.” “Chiediamo una seria riforma della legge Fornero sulle pensioni a partire da subito per opzione donna, una riforma del fisco equa e che privilegi chi realmente paga le tasse - ha proseguito Tipaldi - una seria politica sulla prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro, un impegno concreto e costruttivo, a tutti i livelli, per spendere in tempi certi i fondi del Pnrr e recuperare parte del gap tra il Mezzogiorno ed il resto del Paese”. Seconda tappa proprio il pastificio Garofalo, 200 dipendenti più un indotto legato alla logistica, fondato a Gragnano nel 1789, con un fatturato che supera 220 milioni di euro. “Quella di oggi è stata l’occasione anche per presentare la piattaforma per il rinnovo del contratto - sostiene Franco Fattoruso, segretario generale della Fai Cisl Napoli- come Fai siamo presenti in questa azienda da una quindicina di anni con una Rsu regolarmente eletta e abbiamo una interlocuzione sindacale molto attiva. Con la Cgil abbiamo siglato uno dei primi accordi integrativi con turni a scorrimento nel settore. Sicuramente è uno dei maggiori produttori Italiano di pasta secca per quantità e anche di alta qualità e si fregia dell’ IGP Pasta Gragnano. Una realtà economica importante che fa da traino per l’intero territorio dove insistono decine di altri pastifici di piccola dimensioni che fanno economia e portano il food italiano, in questo caso campano, nel mondo”.
Raffaella Cetta
 

( 17 maggio 2023 )

Mostre

Un antropologo che fa il fotografo

Al MUDEC Milano una coloratissima monografica dedicata a Martin Parr

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Filosofia

Schopenhauer: l’età del disincanto

C’è una via d’uscita dal dolore in cui versa la condizione umana, di cui tutti soffrono indipendentemente dalle circostanze esterne e dalla posizione sociale?

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Una bussola orientativa

Per la collana Voci, Treccani libri presenta il saggio di Claudio Magris, analisi della narrativa come forma letteraria tra la fine del XIX e la metà del XX secolo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

Immagine Foto Gallery

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it