Sabato 24 luglio 2021, ore 15:14

Quotidiano di informazione socio‑economica

Maria Teresa l'Imperatrice

Una donna straordinaria

di MAURO CEREDA

Una figura che ha segnato profondamente il suo secolo e ha lasciato importanti tracce non solo a Vienna, dove visse, ma in tutti i Paesi europei che ha governato. Maria Theresia Walburga Christina Amalia, nata nel 1717, figlia dell’Imperatore Carlo VI, salì al trono degli Asburgo, prima e unica donna, nel 1740, a soli 23 anni, e vi rimase fino alla morte, nel 1780. La casa editrice Iduna ha da poco pubblicato una interessante e corposa biografia (“Maria Teresa, l’imperatrice”) che ne ripercorre, nei dettagli, la straordinaria vita. Scritta nel 1934 dal giornalista e scrittore austriaco Karl Tschuppik, fu fra le letture di Anna Frank (in olandese) nella sua casa-rifugio di Amsterdam: “Cara Kitty – scrive nel Diario, il 13 giugno 1944 - un altro compleanno è passato, e ora ho quindici anni. Ho ancora ricevuto molti regali… e finalmente il regalo più bello di tutti: il libro "Maria Theresia"…”. La biografia racconta il privato e il pubblico di questa donna forte e intelligente, che seppe circondarsi di collaboratori non solo fidati, ma soprattutto capaci. Maria Teresa rivitalizzò il regno asburgico, ormai in declino, con una politica illuminata di riforme economiche (negli apparati burocratici, nel commercio e in agricoltura) e sociali (nella sanità e nell’istruzione) e difese con le armi la propria legittimità di erede dall’attacco dei nemici, in primis Federico II di Prussia. Cattolicissima, caparbia e rigorosa, si scelse testardamente il marito, Francesco Stefano di Lorena, e tra consigli di guerra e riunioni di governo, mise al mondo 16 figli, di cui fu madre severa ma amorevole (tra di essi, Maria Antonietta, la regina di Francia finita sulla ghigliottina durante la Rivoluzione). Giocò un ruolo importante anche in Italia, ma il suo operato non gode del riconoscimento che meriterebbe. Milano, in particolare, la ricorda solo con una piccola via privata, nascosta fra le strade del centro, e con una targa nella Biblioteca Braidense. Eppure si devono alla sua intelligenza e lungimiranza importanti riforme, come la stesura del primo catasto del territorio, l’obbligo scolastico o la realizzazione di opere mirabili, come il Teatro alla Scala e la Villa Reale di Monza. Fu ancora lei a volere la posa della Madonnina sulla guglia più alta del Duomo. Non solo: e nel 2021 ci sono ancora persone che non credono nella scienza, ricorda che Maria Teresa promosse la vaccinazione contro il vaiolo, estremamente letale all’epoca, sottoponendo all’iniezione, in primis, i propri figli. Un libro meritoriamente riscoperto, che offre al lettore il ritratto di una donna davvero straordinaria, che seppe essere imperatrice, moglie, madre.

( 10 giugno 2021 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Rigore e passione per la musica: questa l'eredità che ci lascia il Maestro Ennio Morricone. Tutta la sua vita è stata improntata da ricerca e da sperimentazione continue, divertendosi anche a superarsi sempre e comunque

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Storia

Il cibo a Venezia nel mediovevo

Cosa mangiavano i veneziani, sia nobili che popolani, che mestieri facevano, come si spostavano, vestivano e divertivano 

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Gli ulivi di Francesco Bosso

Sarà inaugurata il 24 luglio e resterà aperta fino al 30 settembre al Castello di Tutino a Tricase (vicino Lecce) la mostra fotografica di Francesco Bosso “Alive”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it