Giovedì 20 luglio 2017, ore 20:31

Quotidiano di informazione socio‑economica

Massimiliano Lenzi

Massimiliano Lenzi

Blog di Massimiliano Lenzi

Codice antimafia, ok del Senato. E ora lo ius soli

Il Governo Gentiloni va e la sua maggioranza tiene. L’aula del Senato con 129 voti a favore, 56 contrari e 30 astenuti ha dato il via libera al ddl sul Codice antimafia, che tornerà adesso in terza lettura alla Camera perché Montecitorio ne esamini le modifiche apportate.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Codice antimafia, ok del Senato. E ora lo ius soli

Il Governo Gentiloni va e la sua maggioranza tiene. L’aula del Senato con 129 voti a favore, 56 contrari e 30 astenuti ha dato il via libera al ddl sul Codice antimafia, che tornerà adesso in terza lettura alla Camera perché Montecitorio ne esamini le modifiche apportate.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Banchi di nebbia sulla sinistra italiana

La sinistra in Europa non sta bene. A parte l'inglese Jeremy Corbyn, che a sorpresa ha perso le elezioni di un soffio contro la premier conservatrice Theresa May, una quasi vittoria insomma, in Francia i socialisti sono scesi sotto le due cifre, in Germania dove si voterà a breve la Spd rischia l'ennesima sconfitta contro la Merkel ed in Spagna governa il popolare Mariano Rajoy. Ed in Italia?

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Dopo il voto la politica ricomincia da tre

L 'Orlando (Andrea, il Ministro della Giustizia) furioso - a La Spezia, la sua città, ha vinto il centrodestra - che prova a rottamare le parole di Matteo Renzi a commento dell'esito dei ballottaggi delle amministrative di domenica, è forse la migliore sintesi del giorno dopo della sinistra all'indomani della sconfitta. "67 a 59":

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Dna:mafie infiltrano le attività economiche

Se in giro per il mondo, come simbolo dell'Italia, ancora c'è chi affianco all'immagine del Colosseo espone la foto di Totò Riina o una vecchia copertina di un giornale straniero con una pistola dentro ad un piatto di spaghetti, beh significa che la malavita come una delle metafore del nostro Paese all'estero ancora ha una sua realtà.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

5 Stelle, migranti da un’idea all’altra

Il Movimento 5 Stelle cambia e - dopo i risultati molto deludenti ottenuti al primo turno delle elezioni amministrative - punta su due argomenti cari da sempre alla destra leghista: basta migranti e via i campi nomadi a Roma.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

La riforma elettorale inciampa sul Biancofiore

E pensare che il termine, franco tiratore, nella sua etimologia storica descriveva un figura eroica comparsa nella Francia del 1792, regione dei Vosgi, per difendersi dagli invasori. “Un guerrigliero che opera – lo spiega bene la Treccani - per lo più isolato o in piccoli gruppi, contro forze regolari, soprattutto nei centri abitati che il nemico cerca di occupare o sta evacuando: i franchi tiratori cercavano di ritardare, sparando dai tetti, l’occupazione della loro città; la fucilazione di un franco tiratore”.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Una riforma che non garantisce governabilità

”Nulla è tedesco e tutto è pasticcio” scrisse anni fa, nel 2000, il politologo Giovanni Sartori, da poco scomparso, a proposito della riforma elettorale proporzionale portata avanti allora da Silvio Berlusconi. All’epoca Sartori spiegava:

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Il divorzio burrascoso di Matteo e Angelino

Matteo,Angelino, c’erava - mo tanto amati (in senso politico)… Oddio, amati probabilmente no, ma alleati al Governo quello è un dato di fatto.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

E se fosse Calenda il Macron italiano?

Le elezioni? Alle ..... Calende greche, anzi alla Calenda. Ironia a parte in questi giorni convulsi per la tragedia di Manchester, con la strage dei bambini e dei giovani per mano jihadista dell’Isis, l’Italia si trova in un momento politico di svolta con le elezioni politiche che, comunque vada, dovranno tenersi di qui a poco, al più tardi nel 2018 con la scadenza naturale della legislatura.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2017 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it