Giovedì 13 dicembre 2018, ore 17:50

Quotidiano di informazione socio‑economica

In primo piano

Festival delle Generazioni con Bourguignon, Sgarbi e Sapelli

Il tema della Rappresentanza e della democrazia è di quelli poco frequentati dalla politica. E i risultati si sono visti alle ultime elezioni politiche e continueranno a vedersi nel futuro prossimo. Ma non sfugge ad un soggetto di rappresentanza ancora vivo e attivo come il sindacato dei Pensionati Cisl che lo ha messo al centro del festival delle generazioni a Firenze. Anche perchè, come nota il vicedirettore del Corsera Polito, aprendo i lavori della tavola rotonda, è un tema di stringente attualità in una fase storica in cui tende ad affermarsi un modello di democrazia senza rappresentanza nel quale le forze del cambiamento si legittimano attraverso i social.

Senza rappresentanza, nota il segretario generale Fnp Gigi Bonfanti aprendo i lavori, non c'è democrazia. “Noi – dice - ce la mettiamo tutta per stimolare il confronto di idee e soprattutto un'idea di Paese. E faremo di tutto per essere lievito di una rinascita del paese e per una rinascita della voglia di fare politica tra i giovani”. Anche perchè, sottolinea Bonfanti, “al momento vediamo prevalere una concezione contrattualistica della politica, con il contratto di Governo, che porta ad una spartizione del potere tra le parti che vincono le elezioni”.

Annamaria Furlan intervistata da Antonio Polito a conclusione della tavola rotonda affronta di petto la questione del ruolo del sindacato nel contesto politico e istituzionale. E, come si suol dire, ne ha per tutti. “Nel sindacato – esordisce – a livello internazionale non la pensiamo tutti nello stesso modo: quando ho proposto la tassazione delle transazioni finanziarie il sindacato americano e quello tedesco erano contrari”. Queste dinamiche, spiega la leader della Cisl, hanno tempi di maturazione lunghi. Perciò non bisogna disperare. D'altra parte, a livello nazionale, dove c'è una maggiore sintonia tra i sindacati, c'è però una evidente difficoltà di relazioni con la parte politica. “Non ho mai visto un governo – scandisce la segretaria generale Cisl - che ha tanta difficoltà, come quello attuale, a confrontarsi con le parti sociali”. Noi stiamo dalla parte del lavoro e siamo chiamati ogni quattro anni a rispondere di quello che siamo riusciti a portare a casa, non del tasso di gradimento più o meno elevato, del governo. Per questo , spiega, speriamo di far cambiare la manovra del Governo per renderla più equa e maggiormente finalizzata alla crescita. Non abbiamo pregiudizi, spiega Furlan. Ma siamo costretti a rilevare che come Paese abbiamo una crescita debolissima, infrastrutture fatiscenti, poca ricerca e innovazione, “perciò – dice – servono più investimenti finalizzati alla crescita per creare lavoro”. Non si possono bloccare le infrastrutture perchè su queste, dice Furlan, si costruise il futuro del Paese. Poi, aggiunge, parliamo anche del reddito di cittadinanza, purchè sia uno strumento che accompagni al lavoro. Ma “vorrei avere un luogo di confronto” per discutere di questo con il governo. Perchè, dice, “se non si crea lavoro, hai voglia a riformare i centri per l'impiego”.

(Speciale a cura di Francesco Gagliardi domani su Conquiste Tabloid)
 

www.festivaldellegenerazioni.it.

( 12 ottobre 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2018 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it