Giovedì 29 febbraio 2024, ore 13:36

I dati

Auto, frena il mercato europeo

Frena nel mese di maggio, dopo il balzo di aprile (+9,6%) il mercato europeo dell'auto. Le immatricolazioni nei 28 Paesi dell'Unione Europea e dell'Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) sono state 1.442.643, lo 0,6% in più rispetto lo stesso mese dell'anno scorso. Nei primi cinque mesi dell'anno sono state vendute 7.076.504 auto, il 2,2% in più sull'analogo periodo 2017. I dati sono dell'Acea, l'Associazione europea dei costruttori d'auto.

I risultati sono stati diversi tra i principali mercati dell''Ue, con Spagna (+7,2%) e Regno Unito (+3,4%) in crescita, mentre Germania (-5,8%) e Italia (-2,8%) hanno visto diminuire la domanda di auto a maggio. Da gennaio a maggio 2018, la domanda di nuove automobili nell''Unione europea rimane in gran parte positiva sostenuta dai nuovi stati membri, dove le registrazioni sono aumentate dell''11,6% nei primi cinque mesi.

Per quanto riguarda Fca, continua il momento non brillante: a maggio le vendite lo 0,2% in più dello stesso mese dello scorso anno. La quota scende dal 7,7% al 7,6%. A frenare il calo sono Jeep (+101,3%) e Alfa Romeo (+12,2%), mentre Fiat perde l'11,1% e Lancia/Chrysler il 5,4%. Nei primi cinque mesi dell'anno il gruppo ha immatricolato in tutto 491.738 auto, il 2,2% in meno rispetto allo stesso periodo 2017. La quota è pari al 6,9% a fronte del 7,3%.

Due le ragioni della battuta d’arresto del mercato europeo secondo il centro studi Promotor: l’effetto calendario, con un minor numero di giornate lavorate rispetto a maggio 2017, e l’effetto diesel. "La domanda di auto in Europa è sostenuta da un quadro congiunturale che si mantiene positivo - sottolinea Gian Primo Quagliano, presidente Promotor - anche se si notato segnali di rallentamento. L'effetto calendario e la demonizzazione dei diesel, che determina il rinvio della sostituzione delle auto più vecchie per valutare se orientarsi ancora su un diesel o su altri tipi di alimentazione, si fa sentire in particolare in Germania, dove il calo delle immatricolazioni è stato del 5,8%”. Secondo Promotor, a pesare in Italia è stata invece "l'interminabile vicenda della formazione del nuovo governo e il manifestarsi di segni di rallentamento nella ripresa dell'economia".

( L’articolo integrale domani su Conquiste Tabloid)

( 15 giugno 2018 )

Mostre

La cartografia e la famiglia De Agostini

 Le carte geografiche della De Agostini hanno segnato un’in tera epoca, a cui oggi, nel mondo dominato dalla digitalizzazione e dai satellitari, guardiamo con una certa nostalgia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Eventi

Torna Milano MuseoCity

Dal primo marzo la manifestazione promossa dal Comune con l’obiettivo di valorizzare gli spazi espositivi della città e del territorio limitrofo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Il capolavoro scomparso

“Il collezionista” è la riprova del talento di Daniel Silva e la conferma che la letteratura di spionaggio costituisce l’unica forma letteraria di rilettura e interpretazione geopolitica di questa epoca

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it